Bologna, ubriaco arrestato per omicidio stradale

Bologna, ubriaco al volante uccide una ventinovenne

Succede ieri sera a Bologna.  Lungo la statale, all’altezza dell’uscita 12, un ragazzo di ventitré anni, a bordo della propria auto, ha investito una giovane ragazza di ventinove anni. Marialaura di Benedetto viaggiava col proprio scooter Aprilia su quella strada. Poco prima di mezzanotte, è stata tamponata da un’auto che l’ha sbalzata a terra. La ragazza è morta tragicamente sul colpo. Pare che abbia sbattuto la testa nella caduta, mentre il suo veicolo veniva trascinato dall’auto per alcuni metri.

Tasso alcoolico 5 volte superiore alla soglia

Il ragazzo aveva decisamente bevuto troppo. Nel suo sangue è stato rilevato un tasso alcoolico di ben 5 volte superiore alla soglia consentita per legge. Ancora non sono arrivati i risultati degli esami tossicologici. Dopo lo scontro, il ragazzo non si è fermato sul luogo, ma si è allontanato a piedi, probabilmente spaventato dall’accaduto. Le forze dell’ordine l’hanno raggiunto più tardi. Ora si trova agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a Marzabotto, a disposizione del pm, Beatrice Ronchi, che sta conducendo le indagini. L’accusa è di omicidio stradale.

L’amico del giovane racconta i fatti alla Polizia

La Polizia stradale di Bologna ha ricostruito la dinamica dell’incidente. Pare che i due veicoli viaggiassero nello stesso senso di marcia, in direzione Casalecchio. Ad un tratto, lo scooter è stato raggiunto dall’auto in corsa, che l’ha tamponato, provocando la caduta della giovane, che sicuramente è morta sul colpo. Il ragazzo, scioccato dall’accaduto, è quindi fuggito a piedi e ha chiamato il 112, denunciando il furto della propria auto. Con lui viaggiava però un amico, di 21 anni, che ha raccontato i fatti alla Polizia, così come realmente accaduti. Il ragazzo è rimasto leggermente ferito, mentre il ragazzo che guidava pare non abbia riportato lesioni.

Immagine presa da: Il Resto del Carlino.

VIA