bonus scuola

Bonus scuola 2022/2023, tutti i dettagli

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Anche questo anno scolastico si è concluso, con non poche difficoltà dettate ancora dalle restrizioni legate alla pandemia. Inoltre questa situazione ha portato negli ultimi 2 anni a rivedere il mondo scolastico e la didattica, soprattutto con l’introduzione della Dad.

Ma se da un lato la vita scolastica è stata dura per gli alunni e gli insegnanti, dall’altro ne hanno fatto le spese anche le famiglie. I rincari che hanno travolto la nostra vita quotidiana hanno creato infatti difficoltà per l’acquisto del materiale scolastico.

Per attenuare quindi questi problemi è possibile sfruttare il bonus scuola, un’agevolazione pensata proprio per le famiglie con figli in età scolastica. Ma di cosa si tratta?

Vediamo di seguito cosa sapere al riguardo.

Bonus scuola 2022/2023, dove è stato attivato

Purtroppo si tratta di un sostegno che non è stato attivato in tutta Italia, nonostante siano molte le famiglie bisognose che avrebbero potuto usufruire di un piccolo aiuto per l’acquisto di materiale scolastico per i propri figli.

Il bando è stato aperto il 16 giugno scorso nella Regione Puglia, che ha previsto il bonus scuola per l’a.s 2022/2023 rivolto a quei nuclei familiari che rispettano determinati requisiti. Nello specifico è rivolto a quelle famiglie che hanno figli che frequentano la scuola secondaria di I e II grado, che potranno beneficiare dei libri di testo completamente gratis.

Ci sarà tempo fino al 29 luglio 2022 entro le ore 12 per inoltrare la domanda.

Quali sono i requisiti richiesti

I requisiti richiesti per beneficiare di questo bonus sono legati, come avviene per la maggior parte di queste misure, all’ISEE familiare. Il limite entro cui poter rientrare per richiedere il bonus scuola è pari a 10.632,94 euro. Il reddito non è quindi bassissimo, permettendo ad un’ampia platea di poterne beneficiare.

Ovviamente l’altro requisito è riferito, come abbiamo detto, al grado scolastico frequentato dallo studente. Dalla misura sono infatti esclusi i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

Come fare richiesta

Regione Puglia ha predisposto un’apposita piattaforma dedicata al bonus scuola. Tutti gli interessati dovranno quindi accedervi, recarsi alla sezione ‘Libri di testo 2022/2023’, seguire i passaggi e inoltrare la domanda entro la data indicata.

Saranno poi i vari comuni della Regione a fare da intermediari e pagare i bonus alle famiglie richiedenti, dopo il via libera degli istituti scolastici e dell’Inps.

Si spera che l’iniziativa in questione possa essere presa d’esempio anche in altre regioni. Già in questo senso si sono ad esempio attivate anche Regione Lombardia con Dote Scuola, e anche l’Emilia Romagna e il Veneto, sebbene i bandi siano impostati in maniera diversa, con limiti reddituali differenti.

Autore dell'articolo: Sabrina Maestri