Cagliari: lunedi parte il super sprint di mercato

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Cagliari, il mercato è rovente

Cagliari pronto a sfidare nella prima giornata di campionato il Brescia, dell’ex presidente rossoblù Massimo Cellino. Un incontro speciale, che da tanto di amarcord. Servirà comunque cercare di portare a casa i tre punti, per provare a partire bene in campionato. Nonostante ciò il mercato resta molto attivo. La dirigenza del club isolano, con il direttore sportivo Marcello Carli in testa, è alla ricerca di una o due pedine per completare la rosa. Prima però bisognerà cedere alcuni elementi in esubero. Operazione questa non semplice, a causa di una serie di difficoltà che sono emerse in chiusura di trattativa

Le cessioni

Alcuno elementi come detto sono stati considerati degli esuberi. A tal proposito il Cagliari ha aperto delle strade, utili a piazzare tali calciatori. Despodov è ad un passo dalla cessione al Crotone, con la formula del prestito secco. Nonostante alcune resistenze da parte del bulgaro, il trasferimento dovrebbe andare in porto. Anche il croato Bradaric è in uscita. Per lui c’é stata  una proposta con il Paok Salonicco, ma la trattativa sembra sia  in stallo. Il ragazzo non rientra più nei piani di Maran. Qualora la sua cessione non si tramutasse in realtà, potrebbe partire uno tra Birsa e Deiola.

Chi puó arrivare

Per Deiola si é mossa la Cremonese, Birsa invece ha poco mercato. In entrata invece il Cagliari sta cercando una seconda punta. Sfumato ormai Defrel, pare che Simeone sia in vantaggio sul tutti. L”argentino piace in casa rossoblù, potrebbe fare ancora coppia con Pavoletti come ai tempi del Genoa. Oltre a questi, si parla sempre di Ounas, sempre più vicino al un trasferimento in Ligue1. Attenzione poi ai colpi a sorpresa. I nomi? Keita Balde è un profilo che piace, così come quello di qualche svincolato di lusso. In tal senso occhio al francese Ben Arfa, calciatore esperto e ricco di talento

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24