Capodanno lunare cinese 2020: che anno sarà?

Capodanno lunare cinese 2020: che anno sarà?

intopic.it feedelissimo.com    
 

25 Gennaio 2020: il Capodanno lunare cinese festeggia il Topo

 

Il Capodanno lunare cinese fa parte degli appuntamenti più attesi dalla popolazione e nel 2020 torna il segno del Topo, il primo dello zodiaco cinese. Ormai il calendario gregoriano è ufficiale nella maggior parte dei Paesi ma in Cina rimane forte la tradizione del calendario lunare (Nónglì xīnnián 農曆新年).


A differenza del Capodanno del calendario gregoriano il Capodanno lunare, seguendo le fasi lunari, ha una data variabile. Il Capodanno lunare cinese è uno degli eventi più sentiti e la celebrazione dura 2 settimane nel corso delle quali la popolazione da ampio spazio a gesti che caratterizzano la tradizione.

Capodanno lunare – Astrologia cinese – Mitologia

L’inizio del primo mese dell’anno, quindi il Capodanno coincide con la seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno; dunque può variare di 29 giorni, fra il 21 gennaio ed il 19 febbraio del calendario gregoriano. Da questa data le festività durano per quindici giorni, arrivando a conclusione con la tradizionale Festa delle lanterne. Seguendo l’astrologia cinese ogni anno è contrassegnato da un segno animale, quindi il capodanno cinese ne determina il passaggio.

La mitologia cinese racconta di un’antica leggenda: popolani che per non essere mangiati dal mostro Nian (年), abituato ad uscire dalla tana ogni 12 mesi, sono costretti a spaventarlo con rumori forti ed usando il colore rosso, del quale il mostro è terrorizzato. Quindi ogni 12 mesi la popolazione festeggia con canti, fuochi d’artificio e facendo ricorso al colore rosso. Anche il rituale dell Danza del leone richiama il mito del mostro Nian: un manichino con una maschera raffigurante un leone danza per le vie al ritmo di tamburi. Mentre la Danza del drago invoca draghi benigni, la Danza del leone serve a scacciare gli spiriti cattivi per iniziare bene l’anno.

Topo

Capodanno lunare cinese 2020 arriva 鼠 shǔ – il Topo, che anno sarà?

Gli anni che festeggiano l’entrata di Topo, Tigre, Drago, Cavallo, Scimmia e Cane sono anni yang; invece gli anni del Bufalo, Coniglio, Serpente, Capra, Gallo e Maiale sono anni yin. Il Capodanno lunare cinese 2020 festeggia l’arrivo del segno del Topo, sarà dominato da Venere e dall’elemento Oro, il metallo simbolo: Keng (metallo grezzo, simboleggia la parte maschile), Hsin (metallo raffinato, simboleggia la parte femminile).

Il concetto di yang è legato al bianco, al lato soleggiato della collina, alla positività e quindi al bene. Il segno del Topo è il primo dello zodiaco cinese, quindi è un leader. Simboleggia la protezione, la prosperità materiale, il fascino ed anche l’ordine; ma è associato anche all’aggressione, alla guerra, alla morte ed all’occulto.

Chi nasce sotto il segno del Topo, grazie al carattere energico e versatile, punta al comando, è abile nell’organizzarsi anche perché è meticoloso, astuto ed anche ambizioso. I nati in questo anno del Topo esercitano fascino, quindi sono molto ambiti come amici, ma sono selettivi, quindi hanno pochi amici ma fidati; come da tradizione dovrebbero evitare i nati sotto il segno dei Cavalli, mentre i favoriti sono i nati nella Scimmia, nel Drago e nel Toro. L’elemento Metallo (Oro) esprime fermezza, determinazione e resistenza; inoltre può trasmettere impulsi e generare movimenti rapidi e costanti ed è messo in relazione col coraggio.

Dunque, secondo la tradizione cinese l’anno è caratterizzato da elementi di positività e prosperità, di splendore e fascino, ma anche di aggressività e guerra.

 

 

DI SANTE Paolo

 

Home

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".