Checco Zalone: le riprese del suo ultimo

Checco Zalone: le riprese del suo ultimo film a Trieste

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Gli ultimi ciak del film di cui sarà interprete e regista stanno tenendo occupato Checco Zalone a Trieste.

Uscirà a Gennaio e il titolo sarà Tolo Tolo: si tratta del primo lungometraggio di Checco Zalone in veste di regista e, stando a indiscrezioni, gli ultimi ciak si svolgeranno a Trieste. Le riprese si terranno in piazza del Ponterosso e secondo quanto riportato da l’Ansa sono attese oltre 400 comparse. Per il momento vige la massima riservatezza per quanto riguarda la trama e il cast, ma le aspettative dei fan sembrano essere altissime.

Checco Zalone a Trieste per il suo ultimo film

Un capannello di curiosi si sarebbe riunito nelle zone di Trieste in cui sembra che Checco Zalone starebbe girando le ultime scene del suo primo lavoro alla regia. Si intitolerà Tolo Tolo, ed è atteso al cinema da gennaio 2020. Per il momento si sa solo che nella zona di piazza Ponterosso sarebbe stato allestito un set con numerose bancarelle e vi sarebbero attese oltre 400 comparse. Le riprese invece sarebbero cominciate in Africa.

Cosa sappiamo sul film Tolo Tolo

A Rolling Stone era stato lo stesso Zalone a rivelare alcune anticipazioni riguardo il lungometraggio:

«Sono stato due mesi in Africa a fare i sopralluoghi per il mio film nuovo. Sono stato in Kenya, in Marocco… Ho scritto già due canzoni per il film. Una si chiamerà “Se t’immigra dentro il cuore.”

Il produttore del lungometraggio Pietro Valsecchi aveva annunciato anche che si tratterà di un lavoro “nella piena maturità artistica” di Luca Pasquale Medici (questo il vero nome di Zalone). Del resto sarà anche il primo film in cui lo vedremo alla regia, e per questo le aspettative sono anche particolarmente alte. L’ultimo lavoro cinematografico dell’attore pugliese, Quo vado, ha incassato la somma record di 70 milioni di euro.

Fonte foto: Facebook

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Avatar