Cicale dagli occhi rossi

Cicale dagli occhi rossi, in arrivo l’invasione a New York

 

La natura è capace di offrire spettacoli di inestimabile valore. In particolare il regno animale è ricco di tesori straordinari, emozionanti e che mostrano la forza della vita. Ultimamente sta facendo notizia l’arrivo dell’invasione da parte delle cicale dagli occhi rossi a New York. Un qualcosa che sembra inquietante ma che invece rende ancor più affascinante la natura.

Cosa sono le cicale dagli occhi rossi

Come sappiamo le cicale sono dei particolari insetti caratterizzati da un corpo ed una testa tozza e robusta, da un colore marrone scuro o verde e da una lunghezza che oscilla tra i 2,3 e i 5,6 cm. Questi insetti fanno parte della famiglia delle Cicadidae (il cui nome comune è appunto cicale). Le cicale dagli occhi rossi sono della specie Magicicada septendecim; tale specie è come una qualsiasi altra cicala, ma è caratterizzata dai particolari occhi rossi e da un’incredibile caratteristica che vedremo in seguito.

Le cicale sono caratterizzate da un particolare canto, usate dai maschi per corteggiare le femmine (le femmine sono dotate di un canto, più debole di quello maschile, solo per farsi riconoscere). Nei maschi il suono viene prodotto da alcune lamine (simili alle ance di una fisarmonica chiamate “timballi”) poste sotto l’addome. In poche parole il suono emesso da un esemplare maschio viene prodotto facendo vibrare le lamine e alcune camere d’aria provvedono alla risonanza del suono. Ecco un video che mostra il funzionamento del sistema sonoro di una cicala maschio:

Nelle femmine il suono viene invece prodotto dalle ali.

Una vita molto particolare

Dopo aver corteggiato una femmina con il suono, le cicale possono accoppiarsi. Dopo circa 24 ore la femmina depone le uova. Alla nascita delle larve quest’ultime inizialmente si nutrono della linfa degli alberi e successivamente vanno a vivere sotto terra e fanno varie metamorfosi, questa fase è detta ipogea, in cui le cicale vivono maggiormente come ninfe.

Poco prima di diventare adulte, le cicale mature (rispetto agli esemplari adulti non hanno le ali) escono da sottoterra verso il mese di maggio e cercano un albero su cui arrampicarsi. In seguito le cicale compiono l’ultima muta e diventano adulte abbandonando l’involucro ninfale e dopo qualche ora riescono anche a volare. A questo punto vivono all’incirca un mese e successivamente si riproducono e concludono il loro ciclo vitale.

Le cicale si nutrono della linfa degli alberi che assimilano tramite una minuscola proboscide, sono dotate di tre ocelli (occhi primitivi che osservano la luce polarizzata. Ovvero quando le onde elettromagnetiche luminose, che normalmente oscillano in varie direzioni, sono “raddrizzate a livello ottico” in un’unica direzione. Questo avviene anche negli occhiali da sole. Negli ocelli questo “raddrizzamento” serve a percepire la posizione del Sole anche col cielo nuvoloso e permettere alle cicale di orientarsi) e due occhi composti dotati di una vista molto evoluta. Le cicale vivono in tutto il mondo, ma preferiscono zone del Mar Mediterraneo e alberi di pino e di ulivo.

L’invasione a New York sta per arrivare

Le cicale dagli occhi rossi, rispetto alle altre specie di cicale, hanno però una caratteristica davvero sorprendente. La loro fase ipogea è infatti lunghissima, dura ben 17 anni.

Secondo i calcoli degli scienziati quest’anno finirà la fase ipogea delle cicale dagli occhi rossi a New York e si prevede una vera e propria invasione nel mese di maggio 2021. Con la fuoriuscita dal terreno, in modo sincronizzato, di miliardi di cicale dagli occhi rossi.

In seguito le cicale dagli occhi rossi diventeranno adulte, in 30-40 giorni si ciberanno di linfa degli alberi e si riprodurranno in zone ad Ovest di New York, concludendo poi il ciclo di vita e dando vita a nuove larve.

Sembra uno scenario da film horror, ma questa è un’invasione non invadente e non distruttiva. Infatti rispetto ad altri insetti (come le distruttive cavallette) le cicale dagli occhi rossi non causano particolari danni; anche se possono danneggiare gli alberi, quindi bisogna comunque gestire bene questo raro evento. Il problema maggiore è causato dal continuo “Frinire” (ovvero la produzione del suono delle cicale). In ogni caso non ci resta che attendere maggio, le cicale dagli occhi rossi e questo immenso spettacolo della natura.

 

Fonte immagine: Corriere Della Sera

Ti potrebbe interessare leggere questo nostro articolo:

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24