Come installare Chrome OS Flex sul vostro vecchio PC e MacBook?

Come installare Chrome OS Flex sul vostro vecchio PC e MacBook?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Siamo stati piuttosto entusiasti dell’annuncio di Chrome OS Flex e di cosa potrebbe significare per decine di laptop obsoleti, inclusi Windows e Mac OS. In questa breve guida vediamo come installare Chrome OS Flex su un vecchio PC. Con il metodo USB, puoi testare Chrome OS Flex senza rovinare nulla sul tuo computer e decidere se è la soluzione ideale o meno. Per quanto riguarda la compatibilità, esistono centinaia di laptop che sono stati testati con vari gradi di compatibilità, ma Google consiglia anche di provare semplicemente Chrome OS Flex e vedere cosa ottieni.

Per prima cosa, dovrai avere un’unità USB. Ti consigliamo vivamente di acquistare un’unità USB 3.0 poiché le velocità di lettura/scrittura aiuteranno a velocizzare Chrome OS ed ottimizzarlo. Con un’unità USB 2.0 il sistema operativo girava molto più lento. Passando a un’unità USB 3.0, le cose sono notevolmente migliorate ed è diventato chiaro che se desideri testare Chrome OS Flex come farebbe sull’unità interna prima di installarlo completamente, avrai sicuramente bisogno di un’unità 3.0.

Installare Chrome OS Flex

Sono necessari almeno 8 GB di spazio libero. Vale anche la pena notare che Chrome OS Flex sull’USB è pensato per scopi di prova. Pertanto installa solo l’immagine del sistema operativo che è circa 3,7 GB di spazio di archiviazione. Ora che hai l’hardware, scriviamo un’immagine del disco. Serve l’utilità di ripristino di Chrome che è installata sui Chromebook pronta all’uso, o in alternativa è disponibile come estensione.

Una volta installata l’estensione, aprila e ti verrà visualizzata una schermata di benvenuto. Se per qualche motivo hai utilizzato l’unità USB come unità di ripristino in passato, è necessario eseguire un ulteriore passaggio prima di procedere. Fai clic sull’ingranaggio in alto e seleziona “Cancella supporto di ripristino“. Riceverai una rapida richiesta per assicurarti di voler procedere e, dopo aver accettato, l’unità USB sarà pronta per l’installazione. Se l’unità non è mai stata utilizzata come immagine di ripristino, puoi saltare questo passaggio.

Una volta che hai un’unità pulita, puoi semplicemente inserirla in una qualsiasi delle tue porte USB e avviare l’utilità di ripristino. Premi il pulsante “Inizia” e ti verrà visualizzata una schermata in cui dovrai selezionare l’immagine del disco che desideri installare. Per questo, fai clic su “Seleziona un modello da un elenco” e quindi scegli “Google Chrome OS Flex” dal primo menu a discesa. Il secondo menu a discesa ha solo un’opzione: “Chrome OS Flex (Developer-Unstable)”.

La schermata successiva ti chiederà su quale unità desideri installare l’immagine del disco. Qui devi selezionare l’unità USB di cui abbiamo parlato finora. Se hai altre unità collegate, ti consiglio semplicemente di scollegarle prima di procedere solo per essere certo di non selezionare la cosa sbagliata. Scegli il tuo dispositivo USB e premi “continua” e poi “Crea ora” nella schermata successiva per iniziare il processo. Una volta completato il tutto, verrai avvisato che l’immagine è completa e puoi rimuovere l’unità in sicurezza.

Entrare nel BIOS per definire l’avvio

L’ultimo pezzo del puzzle è trovare la schermata di avvio del tuo dispositivo. In termini generali, il BIOS di qualsiasi dispositivo controlla come si avvia e la maggior parte non cerca le unità USB come predefinite per l’avvio: devi dirgli di farlo. Allora, come funziona? Bene, è diverso per ogni laptop, ma di solito consiste nel premere un tasto o tenere premuto un pulsante durante la fase di accensione iniziale e dovrai fare qualche ricerca per sapere qual è quella combo.
Per il laptop MSI Windows che abbiamo testato, è stato semplice come premere F11 quando il logo MSI è apparso durante l’avvio. Per il Macbook Pro, teneva premuto il tasto Opzione durante l’accensione. La maggior parte dei dispositivi non lo rende troppo difficile, ma qui non ci sono istruzioni valide per tutti. Dovrai solo fare affidamento su Internet per accedere alla schermata di avvio, sfortunatamente.

Una volta arrivato lì, dovrai anche capire come navigare. Per l’MSI, era semplicemente una freccia su/giù per selezionare l’USB come dispositivo di avvio. Per il Macbook Pro, il loro BIOS aveva il supporto del trackpad, quindi è stato ancora più semplice. In ogni caso, devi semplicemente dire alla tua macchina di cercare prima l’USB come opzione di avvio e sarai a posto. Dopo averlo selezionato, consenti un riavvio e dovresti vedere la familiare schermata di avvio di Chrome OS.

Via

Fonte immagine copertina: Elius-Book.com

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com