Consigli beauty autunno di Jonathan Tabacchiera dalla Milano Fashion Week

intopic.it feedelissimo.com  
 

L’autunno porta con sé una serie di cambiamenti di cui anche il nostro aspetto ne risente. La pelle comincia a seccarsi e perdere il colorito che aveva assunto grazie all’abbronzatura.

Cambiano le esigenze beauty della nostra pelle e del make up. Direttamente dalla Fashion Week di Milano, grande kermesse nel mondo della moda e del make up a livello internazionale abbiamo interpellato il make up artist abruzzese Jonathan Tabacchiera.

Jonathan Tabacchiera, trentaduenne di Pescara è un make up artist, coreografo, estetista e insegnate di make up alla nota Scuola SEM di Pescara. Ha in attivo una serie di esperienze con produzioni cinematografiche, televisive, registi, stilisti di moda. E’ reduce dall’esperienza di make up director del programma televisivo prodotto dalla Magnolia, Fatto in casa da Benedetta.

In questi giorni Jonathan Tabacchiera è a Milano con la sua professionale equipe per truccare le modelle che sfileranno a quello che è l’evento di moda più atteso dell’anno, la Milano Fashion Week. Jonathan ci ha fornito tramite questa interessante intervista tutti i consigli di bellezza e make up utili per affrontare al meglio questo autunno.

 

Reduci dall’estate come ci si dovrebbe truccare per mantenere la pelle luminosa?

La pelle in questo periodo è vero che è abbronzata ma è anche vero che ne risente maggiormente della disidratazione. Bisogna innanzitutto bere molta acqua. Non bisogna usare troppo trucco in questo periodo. Cerchiamo di esaltare i punti a rilievo del viso usando polveri luminose sugli zigomi. Se abbiamo un naso importante cerchiamo di esaltare la punta e accentuiamo l’arco di Cupido della bocca. Non usate rossetti opachi ma date un effetto lucido dai colori pastello e tenui che richiamano inevitabilmente i colori caldi dell’estate. Non prediligo le tinte forti e opache. La parola d’ordine è donare luce alla pelle e al viso. Per gli occhi direi di accentuare lo sguardo andando a lavorare sulla bordatura dell’occhio. Naturalmente l’effetto varierà da persona a persona. Bisogna personalizzare il trucco. Consiglio di sfumare molto con i toni marroni o bronzo, tutte tinte calde in grado di valorizzare l’abbronzatura acquisita. Usate molto mascara per separare le ciglia.

Il nostro sguardo ne risente del cambio dei ritmi e del clima dell’autunno. Spesso al mattino ci ritroviamo con gli occhi arrossati, gonfi e pieni di occhiaie. Quali maschere decongestionanti consigli?

Ci sono molte creme rinfrescanti e decongestionanti in commercio al giorno d’oggi. Se abbiamo un buon tonico, non troppo aggressivo, muniamoci di dischetti (quelli usati per struccare) e imbeviamoli in esso. Dopo applichiamo i discetti sulle nostre palpebre e teniamoli in posa per circa venti minuti. Il tutto va fatto prima di andare a coricarci. Il giorno dopo lo sguardo sarò riposato e rigenerato.

Le cellule della pelle si rinnovano maggiormente in questo periodo dell’anno. Che tipo di scrub è particolarmente indicato per il psot- estate?

Le cellule si rinnovano continuamente. E’ un processo costante. Le cellule nuove spingono in superficie quelle vecchie creando secchezza sull’epidermide. Consiglio scrub delicati in questo periodo. si possono creare anche a casa utilizzando il miele, lo zucchero di canna, l’olio di mandorle. E’ normale che l’abbronzatura ci sta abbandonando in questo periodo autunnale. Se si vuole mantenerla consiglio una buona lampada una volta a settimana. Anche se siamo abbronzati non dimenticate mai la crema protettiva per evitare la comparsa di macchie sulla pelle.

L’acqua del mare ha reso le nostre unghie più forti. Un rimedio per prolungare questo effetto benefico naturale?

La sera spremete in una bacinella dei limoni e immergete le unghie nel loro succo per circa dieci minuti. Il succo di limone è ricco di vitamina C. Da estetista consiglio di limare le unghie sempre con lime di cartone perché quelle di metallo le sfaldano e creano danni irreparabili. La limatura deve essere decisa e condotta nello stesso verso.

Questi giorni autunnali ti vedranno impegnato nella Milano Fashion Week come make up artist director. Come ti sei preparato a questo evento di fama internazionale?

Sono fiero e orgoglioso di essere presente. Sarò accompagnato dalla mia equipe della scuola SEM di Pescara. Abbiamo intenzione di preparare un make up in grado di esaltare la bellezza e la fisionomia delle modelle che sfileranno. Vogliamo personalizzare il make up. Spesso si fanno tanti errori e si danno consigli sbagliati. Io sono per la valorizzazione della persona attraverso il make up. Ogni persona ha le proprie caratteristiche peculiari. Il make up cambia anche in base all’evento al quale dobbiamo partecipare. Diverso è il trucco per il giorno rispetto a quello per una serata con luce artificiale.

Quanto questa esperienza ti cambierà dal punto di vista professionale?

Tutte le esperienze nelle quali mi imbatto con entusiasmo e passione mi fanno evolvere come artista e persona. Sono reduce dall’esperienza di make up artist del programma prodotto da Magnolia, “Fatto in casa da Benedetta” che mi ha insegnato tanto. Ogni esperienza è diversa dall’altra perché si apprendono cose nuove in base al contesto e alle persone che conosci. Quando lavori con le produzioni televisive come Magnolia devi essere aperto a 360°. Devi essere in grado di soddisfare tutte le loro esigenze senza limitarti in quello che fai tecnicamente. Devi far fronte a tutto on prontezza e usando capacità preziose di problem solving che acquisci nel tempo e con le esperienze pregresse.

Qual è la parte più divertente di lavorare come make up partist in un evento come la Milano Fashion Week?

Io mi diverto sempre perché affronto il mio lavoro di make up artist con tranquillità e passione. Mi stanco molto perché sono un perfezionista. Sono costantemente attento ai dettagli. Amo questo mondo. Affronto tutto con entusiasmo e dedizione anche quando la stanchezza a fine giornata si fa sentire e mi impedisce persino di andare a cena con la troupe televisiva.

E la parte più noiosa?

L’attesa. Essere sempre presente e pronto a soddisfare le esigenze di chi trucchi.

E dopo la Milano Fashion Week quali sono i progetti futuri di Jonathan Tabacchiera?

Ci sono tante collaborazioni in attivo con produzioni televisive, stilisti e registi. Sta per cominciare anche il nuovo anno accademico alla Sem di Pescara nella quale insegno. Voglio impegnarmi nel formare nuovi professionisti nel campo del make up artist. Ho tanto da trasmettere e apprendere.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Mariangela Cutrone

Mariangela Cutrone