Corea del Sud, allestito sistema anti-missili

Se la tensione tra Stati Uniti e Corea del Nord non era abbastanza, si creano problemi con l’omonima del Sud, dove sono arrivati i componenti del tanto discusso scudo anti – missili, concordato tra Washington e Seul durante l’amministrazione Obama. Il sistema di difesa anti – missili THAAD era stato creato per difendere la Corea del Sud da eventuali attacchi del vicino Stato di Kim Jong-un, e nelle ultime ore sarebbero iniziati i lavori per la costruzione.

Seul, però, non ha gradito la dichiarazione del presidente Usa Trump, il quale durante un’intervista a Reuters ha affermato che lo scudo dovrebbe essere pagato dalla Corea. Affermazione che ha subito ricevuto una risposta dal governo coreano,  naturalmente negativa.

L’installazione del THAAD in Corea del Sud non sarebbe casuale

Secondo esperti del governo coreano, questa improvvisa decisione di installare il THAAD non sarebbe casuale, tanto meno sarebbe giustificabile per la preoccupazione sempre più alta per la Corea. Difatti, il 9 maggio la Corea andrà ad elezioni anticipate, dopo l’impeachment della presidente Park Geun-hye.

L’arrivo due giorni fa dei primi convogli militari nella zona di Seongju non è stato riservato come si pensava, tanto che i residenti hanno provato a bloccare i mezzi, invano.

Chi pagherà lo scudo?

A rispondere alla domanda “chi paga questo sistema di difesa?” ci pensa Moon Jae-in, leader dell’opposizione sudcoreana e candidato liberal-democratico alle elezioni presidenziali. Il possibile futuro presidente ha affermato che la decisione su chi pagherà «dovrà essere presa dalla prossima amministrazione», ma ai tempi di Obama l’impegno prevedeva che la Corea avrebbe messo il terreno, mentre gli Stati Uniti avrebbero pagato il costo. Lo stesso Moon Jae-in, però, non è sicuro che lo scudo ottenga l’effetto desiderato.

Sempre durante l’intervista a Reuters, Trump ha criticato l’accordo di libero scambio con la Corea del Sud, per il quale l’America ha un disavanzo di quasi 30 miliardi di dollari. Per questo motivo, nei prossimi mesi vedrà se interrompere l’accordo i rinegoziare i termini. Infine, la Cina vede con preoccupazione il sistema di difesa coreano, in quanto distruggerebbe l’equilibrio che si è creato tra i due Paesi asiatici.

Immagine presa da Scoopnest.com.

Via

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: