crocchette di pollo prodotte in laboratorio

Crocchette di pollo prodotte in laboratorio da KFC

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La startup russa 3D Bioprinting Solutions ha appena annunciato la sua partnership con una nota catena di Fast Food statunitense, ossia la KFC. Ebbene, per la prima volta le crocchette di pollo prodotte in laboratorio potrebbero non essere qualcosa di impossibile da realizzare.

Crocchette di pollo prodotte in laboratorio: il cibo del futuro

Quello di realizzare il cibo – in questo caso crocchette di pollo – in un laboratorio fa parte di un progetto molto ambizioso che rientra nel cosiddetto “Ristorante del futuro”. Ad intraprendere questa strada è stato uno dei fast food più importanti degli Stati Uniti. Dunque, per portare a termine questa idea è stato necessario avvicinarsi al bioprinting 3D. Se il progetto verrà portato a termine, saremo difronte ad una “carne di pollo stampata”. Per realizzare questo cibo in laboratorio la startup russa è dovuta partire da cellule di pollo e materia vegetale. Può sembrare un “progetto” alquanto strano. Tuttavia, potrebbe cambiare la vita di coloro i quali partono per lunghi viaggi nello spazio. Inoltre, grazie all’utilizzo delle innovative tecnologie del biopronting 3D si potrebbe trovare una soluzione per quelle popolazioni che ogni giorno lottano contro la fame.

Le parole degli esperti coinvolti nel progetto

Sull’argomento è intervenuto Raisa Polyakova, nonché General Manager di KFC Russia. Ecco quanto affermato:

“Alla KFC stiamo monitorando da vicino tutte le ultime tendenze ed innovazioni facendo del nostro meglio per stare al passo con i tempi introducendo tecnologie avanzate nelle nostre reti di ristoranti. I prodotti a base di carne sono il prossimo passo nello sviluppo del nostro concetto di “ristorante del futuro”. Il nostro esperimento nel testare la tecnologia di bioprinting 3D per creare prodotti a base di pollo può anche aiutare a risolvere diversi problemi globali incombenti. Siamo lieti di contribuire al suo sviluppo e stiamo lavorando per renderlo disponibile a migliaia di persone in Russia e, se possibile, in tutto il mondo”.

Inoltre Yusef Khesuani, co-fondatore e Managing Partner di 3D Bioprinting Solutions, ha dichiarato:

“Le tecnologie di bioprinting 3D, ampiamente riconosciute in medicina, oggi stanno guadagnando popolarità nella produzione di alimenti come la carne. In futuro, il rapido sviluppo di tali tecnologie ci consentirà di rendere più accessibili i prodotti a base di carne stampati in 3D e speriamo che la tecnologia creata grazie alla nostra collaborazione con KFC contribuirà ad accelerare il lancio sul mercato di prodotti a base di carne a base di cellule”.

Fonte foto: pixabay

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,