Dal Big Bang alle Stazioni Spaziali: il grande racconto dell’Universo nella seconda puntata di Quinta Dimensione

“Dal Big Bang alle Stazioni Spaziali: il grande racconto dell’Universo” nella seconda puntata di Quinta Dimensione

Condividi su:

 

ROMA – Come è nato l’Universo e come andremo su Marte? Si intitola “Dal Big Bang alle Stazioni Spaziali: il grande racconto dell’Universo” la seconda puntata di “Quinta dimensione – Il futuro è già qui”, il programma di Rai Cultura condotto da Barbara Gallavotti in onda sabato 20 gennaio alle 21.45 su Rai3, in cui si racconterà quella che è forse la più grande sfida che la nostra specie abbia mai affrontato: capire come funziona l’Universo e avventurarsi fuori dal nostro pianeta. È una storia iniziata molto tempo fa e nella quale l’Italia ha un ruolo di primo piano fin da quando Galileo puntò il suo cannocchiale verso il cielo.

Pochi infatti sanno che, dopo Unione Sovietica e Stati Uniti, noi siamo stati il terzo Paese a mandare in orbita un proprio satellite. O che oggi è affidata a imprese italiane la costruzione dei moduli della prossima stazione in orbita intorno alla Luna. I ricercatori italiani, poi, hanno un ruolo di primo piano a livello mondiale nello studio del funzionamento dell’Universo e di quale sarà il suo destino. Nel corso della puntata si scenderà nella enorme caverna artificiale costruita al CERN di Ginevra per raccogliere indizi su come è nato l’Universo, ma osserveremo anche il gigantesco strumento che va a caccia di increspature dello spazio-tempo, milioni di volte più piccole del diametro di un atomo, causate dal movimento di buchi neri.

“Dal Big Bang alle Stazioni Spaziali: il grande racconto dell’Universo” nella seconda puntata di Quinta Dimensione

Si calpesterà poi la perfetta riproduzione del suolo marziano, pensata per testare gli strumenti che andranno sul Pianeta Rosso e realizzata da un’azienda italiana nei pressi di Torino dove osserveremo anche la costruzione di un modulo della prossima stazione lunare. Si scoprirà però anche come le ricerche sull’Universo e la sua composizione, apparentemente così astratte, hanno portato a invenzioni rivoluzionarie, come il Web, e come il loro studio può portare a innovazioni nella medicina preziose per tutti noi. Senza dimenticare gli studi, serissimi, svolti per capire come proteggere il nostro pianeta dall’eventuale impatto con un meteorite o per svelare l’esistenza di extraterrestri.

In questo racconto, come di consueto, ci saranno tanti ospiti ad accompagnare, da Amalia Ercoli Finzi alla direttrice del CERN Fabiola Gianotti, all’astronauta Roberto Vittori a molti altri esploratori dell’ultimo confine possibile. “Quinta dimensione – Il futuro è già qui” è un’idea di Jean Pierre el Kozeh e Barbara Gallavotti ed è da lei scritto e condotto. Hanno contribuito ai testi Maria Chiara Albicocco, Francesca Buoninconti, Paolo Conte, Fabio Mazzeo, Paola Miletich, Fiorella Ravera. Delegato Rai Giulia Lanza. La regia è di Luca Granato. Prodotto da Ballandi per Rai Cultura.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24