Piera Maggio e il dolore oltraggiato di una madre

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Piera Maggio e il dolore oltraggiato di una madre. In questi ultimi giorni è tristemente saltato agli occhi della ribalta mediatica il caso di Denise Pipitone. La bambina scomparsa il primo Settembre 2004 da Mazara del Vallo in provincia di Trapani. Da 17 anni, Piera Maggio cerca incessantemente la sua piccola Denise, ma invano. Da quella triste data nessuna notizia della bambina è più giunta a Piera che l’aspetta ancora. Come se questo non fosse bastato nel corso degli anni sono giunte ai coniugi Pulizzi diverse segnalazioni di avvistamento della piccina, ormai ventenne. La recente scoperta della somiglianza con Olesya Rostova, una ragazza russa rapita da piccola aveva fatto nascere in Piera la speranza di avere ritrovato la sua piccina. Ma no,  per ennesima beffa del destino non si trattava ancora una volta di Denise.

Piera Maggio e il dolore oltraggiato di una madre in tv

Il giornalismo è davvero una bella cosa, ti da la possibilità di aiutare le persone in difficoltà, di far luce sui problemi della società e di aiutare a far riflettere la gente. Ma questo è possibile solo quando, chi fa giornalismo sceglie di non calpestare il dolore delle persone e non di metterlo in piazza stile “macelleria”. Le persone non sono certamente un caso da sfruttare ma vanno aiutate. Il compito del giornalismo poi è soprattutto quello di informare. Nessuno in Italia crede, che la televisione russa abbia rispettato queste semplici regole. Sicuramente il programma russo intitolato “ Lasciali parlare” in onda sul primo canale nazionale ha avuto la sua parte di odiens ma a che prezzo? E’ stato messo in piazza solo il dolore di una madre. Inizialmente Piera Maggio era stata invitata a partecipare allo show sottoponendola ad un circo mediatico a dir poco ” Vergognoso”.

Show must go on ?

Il conduttore televisivo russo ha decisamente confezionato un pessimo prodotto televisivo. Dimitry Borisov ha sapientemente allungato gli appuntamenti quotidiani con lo stillicidio delle rivelazioni fatte solo a metà per allungare probabilmente la suspence. Ha calpestato senza alcun ritegno i sentimenti di una madre che cerca sua figlia da ben 17 anni. Purtroppo poi i risultati hanno cancellato ogni speranza della povera madre di Mazara Del Vallo. Ora spetta alla Procura di Marsala prendere una decisione sulla questione, speriamo sia quella di continuare le ricerche.

Il finto profilo Instagram

Come se non bastasse in queste ore è anche apparso un finto profilo Instagram di Denise Pipitone, dove un Troll sostiene di essere la ragazza rapita 17 anni fa. Il sedicente falso dice anche di vivere a Milano e di non volere avere nulla a che fare con Piera Maggio. Lo scandalo sta nel fatto, che ha raggiunto più di 5500 followers in sole poche ore. Si è sfruttato ulteriormente il caso mediatico? E con che cuore? Ma Denise dov’è ? E che fa? Speriamo tutti di poterla riabbracciare presto e che torni in Sicilia sana e salva.

Foto fonte in evidenza

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24