Del Potro frattura la rotula destra

Del Potro frattura la rotula destra: addio ai Masters 1000 di Shanghai e non solo?

 

Del Potro frattura la rotula destra, le sue lacrime sono il messaggio di addio ai Masters 1000 di Shanghai e non solo?


Del PotroShanghai – Durante il torneo Masters 1000 di Shanghai l’argentino Juan Martin Del Potro frattura la rotula destra. L’incontro che lo ha visto opporsi al tennista croato Borna Coric gli è fatale. Si capisce si da subito che non è un dolore da poco infatti il forte atleta argentino si lascia andare cadendo a terra in lacrime. Il responso non è ancora completo infatti resta da capire l’entità dell’infortunio, i tempi di recupero; ovvero se l’addio al torneo cinese è solo un episodio da dimenticare oppure il preludio di una scelta ancora più grande.


Il Rolex ATP World Tour Masters 1000 Shanghai si è chiuso con la vittoria di Novak Djokovic. È il quarto trofeo cinese della sua carriera; sembra che in questa stagione il serbo sia tornato il tennista solido che lo ha portato alla ribalta. Infatti nella finale contro il tonico tennista croato Borna Coric il serbo Novak Djokovic si è imposto prima per 6-3 poi per 6-4. Proprio quel Borna Coric che ha messo alle corde ed infine è stato fatale a Juan Martin Del Potro.

Del Potro frattura la rotula destra al Round of 16 del Rolex ATP World Tour Masters 1000 Shanghai: i fatti.

Tutto è successo durante l’incontro del Round of 16 cioè gli ottavi di finale del Rolex ATP World Tour Masters 1000 Shanghai. Borna Coric aveva già vinto un teso primo set per 7-5. Nel corso di uno scambio, come sempre tirato, Juan Martin Del Potro, noto per essere un lottatore instancabile, si lascia andare ad una smorfia; successivamente si butta a terra con le lacrime agli occhi.

Probabilmente ha visto scorrere per l’ennesima volta il film degli infortuni e dei recuperi; rimane da capire quale sarà il finale di questo film se si tratta solo di un addio al torneo cinese oppure qualcosa di più grande. I tifosi del tennis in generale sperano che come sempre Juan Martin Del Potro abbia la forza di rialzarsi; molto dipenderà dai risultati di esami più approfonditi e quindi dai tempi della riabilitazione. Infatti il tennista argentino non è nuovo a questo tipo di esperienza.

Le parole di Juan Martin Del Potro:

«È un momento molto difficile…Mi sento molto triste, è un duro colpo che mi lascia senza forza; è molto difficile per me pensare di nuovo al recupero, non mi aspettavo che succedesse.»

Del Potro frattura la rotula destra: la serie di infortuni.

Ricordiamo che nel 2010 ha subito un intervento chirurgico al polso destro, mentre nel 2015 ha subito un intervento chirurgico al polso ma quello sinistro. I polsi sono estremamente importanti per un tennista ma questi due delicati interventi non hanno impedito al tennista argentino di tornare ai vertici del tennis.

Attualmente Juan Martin Del Potro è il numero 3 al mondo; la redazione di WebMagazine24 si stringe attorno a questo grande uomo augurandogli di tornare presto a giocare.

Tutte le informazioni sul torneo nel sito A.T.P.

Altre notizie sportive qui.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".