Esame di Stato 2021

Esame di Stato 2021, le novità dal Ministero

Esame di Stato 2021, le novità dal Ministero. Come si svolgerà a giugno la prova per gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori?

Per rispondere a tale quesito dunque il Miur ha stilato le linee guida per l’esame di Stato 2021 realizzando, in primis, un sito dedicato all’argomento.

Uno strumento cioè che mette a disposizione di studentesse e studenti, dei docenti e di tutta la comunità scolastica documenti, informazioni e materiali sugli esami.

Sul portale sono caricate quindi le Ordinanze che definiscono le prove di giugno, tenendo conto dell’emergenza sanitaria e del suo impatto sulla vita scolastica e del paese; nonché documenti di accompagnamento che forniscono informazioni dettagliate sulle modalità di svolgimento degli esami di questo anno scolastico e una sezione riservata alle risposte alle domande più frequenti.

Il sito sarà inoltre solo uno degli strumenti pensati per sostenere la comunità scolastica in questo percorso.

Sarà infatti altresì possibile interagire con il Ministero attraverso la rubrica social #MIrisponde con richieste di chiarimento o di approfondimento. Le risposte saranno fornite sempre attraverso i canali social.

Non solo: grazie alla collaborazione tra il Ministero e la RAI ci saranno finestre dedicate anche all’interno dei programmi di Rai Cultura (“#Maestri” e “La Scuola in Tivù”) e di RaiGulp (“La Banda dei Fuoriclasse”).

Maturità 2021, come si svolgerà?

Il l Ministro dell’Istruzione, professor Patrizio Bianchi, ha infatti firmato le Ordinanze sugli Esami di Stato del primo e del secondo ciclo di istruzione e sulle modalità di nomina e costituzione delle Commissioni.

Sia per il primo che per il secondo ciclo, si avrà una prova orale, in presenza, che partirà dalla discussione di un elaborato il cui argomento sarà assegnato ai ragazzi/e dal Consiglio di classe nei mesi che precedono l’esame stesso.

Per quel che concerne nel dettaglio il primo ciclo, consisterà in una prova orale su un elaborato che andrà assegnato entro il prossimo 7 maggio. L’elaborato sarà poi trasmesso dagli alunni al Consiglio di classe entro il successivo 7 giugno.

Per il secondo ciclo invece La sessione avrà inizio il prossimo 16 giugno alle ore 8.30. L’Esame prevede un colloquio orale, su un elaborato da assegnare entro il prossimo 30 aprile.

L’elaborato sarà poi trasmesso dal candidato entro il successivo 31 maggio. Ci sarà dunque un mese per poterlo sviluppare.

Una vera e propria novità che l’emergenza pandemica ha portato ad attuare; in tal senso ecco le parole del ministro dell’Istruzione Bianchi:

Ognuno di voi ha il diritto di essere valutato. Per questo abbiamo scelto una formula, su cui voi state lavorando, che vi consentirà di esprimere tutto il vostro percorso.

Metteremo a vostra disposizione tutti gli strumenti per prepararvi al meglio. Abbiamo aperto una pagina dedicata sul nostro sito, con tutte le informazioni.

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =