esodo estivo 2019

Esodo estivo 2019: prime giornate da bollino nero

 

Esodo estivo 2019: prime giornate da bollino nero. L’esodo per le vacanze estive è già in pieno fermento lungo le strade e autostrade italiane

L’estate è pronta a essere vissuta dai vacanzieri dopo un anno di lavoro e già è tempo di esodo estivo 2019.

Dal Viminale infatti parlano di giornate critiche per la viabilità i prossimi 3 e 10 agosto.

In merito a ciò quindi il presidente di Viabilità Italia Giovanni Busacca dichiara (Ansa):

Gli spostamenti si preannunciano intensi sia nell’ultimo fine settimana di luglio, contraddistinto con il bollino rosso, sia negli altri weekend del mese di agosto. 

La maggior concentrazione di traffico per i rientri in città è invece prevista nell’ultima domenica di agosto e nella prima domenica di settembre.

Intanto, in nome della sicurezza in periodo di vacanze, l’Anas prepara un apposito piano

In vista delle prime partenze infatti sono programmate una serie di misure con l’obiettivo di facilitare gli spostamenti dei vacanzieri lungo i 30mila km di strade e autostrade.

Inoltre, al fine di garantire una maggiore fluidità del traffico, Anas ha rimosso la maggior parte dei cantieri.

Resteranno invece 17 cantieri inamovibili sulle Autostrade e 10 cantieri sui Raccordi Autostradali, impegnati in interventi di potenziamento e messa in sicurezza della rete.

Spiega l’amministratore delegato di Anas Massimo Simonini:

Al primo posto c’è la sicurezza di chi percorre le nostre strade.

Il tutto in linea con le indicazioni della Capo Gruppo Fs Italiane che ha lanciato una sfida di lungo periodo: la riduzione del 50% degli incidenti mortali sulle strade Anas entro il 2030.

Un obiettivo importante che dà i primi frutti in attesa delle partenze

Nel presentare il piano viabilità infatti si sono dati alcuni numeri circa gli incidenti stradali:

Si è visto che se nel 2017 era stato registrato un +2,9% di morti sulle strade, (3.378 decessi), nel 2018 il dato è stato in calo: 3.310 vittime.

In realtà il vero allarme è per il 2019: visti i primi sei mesi, a fine anno si potrebbe far segnare un tragico +7% di morti sulle strade.

Foto di Mike Bird da Pexels
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.