Prove Libere

F1 Prove Libere Australia: Hamilton sugli Scudi

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Sono da poco terminate le seconde prove libere del primo Gran Premio del Campionato Mondiale di Formula 1 2018, sul circuito di Melbourne. Da quello che si è visto in queste prime due sessioni i valori in campo, che si attendevano da quanto visto nei test invernali, sono stati rispettati.

Prove Libere Australia

Il più rapido in entrambe le sessioni è stato Lewis Hamilton con la sua Mercedes W09 Hybrid. Il pilota Inglese, grande favorito per il quinto titolo mondiale, ha mostrato un buon giro di qualifica e un Ottimo passo di gara. Quello che ha impressionato infatti è stato proprio il ritmo di gara della Mercedes.

Mentre nella simulazione di qualifica infatti le prime posizioni sono tutte relativamente vicine, con Bottas staccato di 1 decimo e mezzo e poi a seguire Verstappen, Raikkonen e Vettel, con il tedesco quindo a mezzo secondo, nel ritmo di gara Lewis ha mostrato una superiorità disarmante.

Prove Libere

Mentre tutti gli altri, già a partire dal secondo giro, perdevano circa mezzo secondo, il pilota Inglese grazie ad una sapiente gestione delle gomme era l’unico a migliorare il primo tempo, sia nel secondo che nel terzo giro. Si potrebbe prospettare una fuga solitaria già nei primi giri del Gp quindi.

Gli Altri

Alle spalle dei primi 3 Team quasi tutto secondo i pronostici. La Haas conferma quanto di buono mostrato nei test di Barcellona, così come la Mclaren ha finalmente la possibilità di lottare nella parte alta dello schieramento.

La delusione della prima giornata è stata la Force India, abbastanza indietro sui tempi. Anche se, a onor del vero, era una cosa abbastanza prevedibile: la monoposto del team Indiano è un semplice affinamento di quella dello scorso anno. Le vere novità arriveranno, come da tradizione della squadra, con la trasferta di Barcellona.

Una menzione merita il talento di Charles Leclerc. Il pilota Monegasco guidava per la prima volta in Formula 1 senza aver mai messo piede sul circuito dell’Albert Park. Ha ottenuto l’ultimo tempo ma a un millesimo dal suo compagno di squadra Ericsson, che ormai è in formula 1 da tanti anni.


[adrotate banner=”10″]

Qualifiche

Non ci resta ora che attendere le qualifiche, previste per le 7.00 di Sabato mattina (ora Italiana) per scoprire se qualcuno si è nascosto o se questi sono davvero gli attuali valori in campo.

Autore dell'articolo: Luigi Marra

Mi chiamo Luigi Marra, sono appassionato di Sport in generale ma in particolare di Formula 1 e Calcio. Nella Vita sono un Ragioniere e gestisco vari uffici di Caf e Patronato.