fake news

Fake news: il MIT lancia un sistema infallibile per smascherarle

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il MIT utilizza un nuovo ed efficacissimo modo per smascherare le fake news attraverso un preciso metodo di apprendimento.

Fake news, il male del secolo

Le fake news sono un problema serio che affligge la nostra epoca. Per ogni notizia vera ne escono altre 10 false o abbondantemente ritoccate.

E ciò accade in ogni settore. Se un tempo le notizie finte si limitavano al gossip, oggi non viene risparmiata neanche l’economia, la politica, la cronaca, la medicina.

Non solo possono rovinare la reputazione e la vita a milioni di persone ma possono creare allarmismi infondati esacerbando tensioni politiche e sociali o fomentando scontri tra diversi gruppi.

Le società di social media, Facebook e Twitter in particolare, visto l’alto numero di utenti, hanno preso sul serio il pericolo fake news e hanno messo in atto diversi sistemi per contrastarli ma, fino ad ora, tutti gli escamotage adottati sono risultati inefficaci.

Il metodo del MIT per scoprire le fake news

I ricercatori del MIT‘s Computer Science e Artificial Intelligence Lab (CSAIL) e il Qatar Computing Research Institute (QCRI) hanno iniziato ad utilizzare un metodo di apprendimento molto preciso e affidabile per smascherare le fake news.

Si tratta di un sistema di apprendimento automatico che funziona attraverso le previsioni: in pratica il sistema si basa sulle notizie pubblicate da un sito valutandone l’accuratezza e la corrispondenza ai fatti e da lì elabora una previsione.

Prima di giungere al risultato definitivo si ripete l’operazione milioni di volte al fine di arrivare ad una valutazione finale il più precisa possibile.

Per garantire la precisione del loro sistema, i ricercatori si sono rivolti al Media Bias Fact Check (MBFC), una risorsa che utilizza checker di notizie per individuare le fake news di oltre 2.500 siti Web multimediali.

I ricercatori del MIT hanno messo a confronto i dati emersi dal loro sistema di apprendimento automatico con quelli del MBFC per affinare sempre più il loro sistema nel prevedere l’affidabilità di un sito.

Come smascherare una fake news

Per capire se ci si trova di fronte ad una notizia “fuffa” esistono piccoli indizi che possono essere d’aiuto.

Nel corso degli studi sono stati riscontrati diverse similitudini tra tutti i siti soliti a pubblicare fake news:

  • linguaggio molto elementare e poco strutturato;
  •  linguaggio iperbolico, soggettivo ed emotivo;
  • pagine di Wikipedia più brevi.

Al momento questo sistema non è fruibile dal pubblico ma i ricercatori del MIT puntano a creare un’app che consenta di controllare le notizie e smascherare le fake news direttamente dallo smarthphone.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24