Giochi azzardo online

Giochi azzardo online, sempre più connessi

 

Giochi azzardo online, sempre più connessi. Stare sul web non è solo uno svago, a volte può diventare un problema

Film, giochi, serie tv e giochi azzardo online, quest’ultimo dunque è il vero problema della rete.

Secondo uno studio del principale sito di casinò Mr. Casinova, il numero dei giocatori d’azzardo online è cresciuto del 18% da gennaio ad oggi.

Si parla cioè di 2,3 milioni di giocatori, appassionati e registrati di cui circa 670mila sono giocatori costanti.

Sono finiti i tempi in cui si andava al Casinò non solo per giocare ma per godersi una serata diversa

Oggi, la crescita del mercato del gioco online invece ha fatto sì che molti giocatori preferiscano scommettere da dove vogliono, senza doversi recare di persona in un luogo.

Insomma il fenomeno del gambling online nel nostro paese rappresenta un mercato molto proficuo e in crescita.

I giochi d’azzardo online cambia anche la tipologia del giocatore

Addio quindi al vecchio stereotipo dell’uomo over 40 con uno status sociale medio-alto; ora anche le donne, con la possibilità di giocare da casa, iniziano ad avvicinarvisi e ci sono molti giovani.

Secondo i dati forniti a Mr Casinova quindi gli uomini rappresentano il 62% dei giocatori e le donne il 38%.

Mentre per quel che concerne il tipo di gioco, le donne preferiscono le Slot machine e gli uomini Poker, Roulette e altri giochi di carte (Blackjack, Baccarat).

Casino 1

Ecco dunque le scelte del gioco online diviso tra uomini e donne:

  • Roulette: 67% uomini – 33% donne
  • Blackjack: 60% uomini – 40% donne
  • Slot machine: 48% uomini – 52% donne
  • Poker: 73% uomini – 27% donne
  • Baccarat: 59% uomini – 41% donne

Inoltre, comparando i dati, è emerso che i giocatori online in Italia sono sempre più giovani: il 77% ha meno di 45 anni.

In realtà il dato che più colpisce è la crescita dei più giovani, il 20% del totale non supera i 25 anni.

Gioco azzardo online: in quali regioni d’Italia si gioca di più?

Per quanto riguarda la collocazione geografica dunque la concentrazione maggiore è al Centro-Sud, anche se la Lombardia per il Nord ha numeri elevati.

Il 18% dei giocatori viene dalla Campania, al secondo posto c’è proprio la Lombardia con il 12%; segue la Sicilia con l’11%, poi Lazio, Emilia Romagna e Puglia con il 10%.

Giochi online sempre più sicuri

Per la legge italiana i casinò online devono essere comunque autorizzati dall’AAMS (Agenzia Autonoma dei Monopoli di Stato).

L’Agenzia infatti regola e garantisce la sicurezza di tutti i casinò online italiani, con controlli severi e periodici e il rispetto di alcune regole:

Per giocare d’azzardo su internet bisogna essere maggiorenni

I casinò online autorizzati devono presentare il logo AAMS all’interno delle loro pagine.

Tutti i sistemi di pagamento, sono sicuri perché controllati dai Monopoli di Stato.

Nei casinò online AAMS si può pagare con postepay, paypal, bonifico bancario e tanti altri sistemi.

Casino 11

Infine, si sente spesso parlare di ludopatia e “gioco patologico”; in tal senso c’è una precisazione da fare

CHi è infatti affetto da dipendenza gioca principalmente a videolottery, slot machine, lotterie e gratta e vinci, solo una piccola percentuale riguarda il gioco ai casinò online.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.