inventori delle batterie al litio

Gli inventori delle batterie al litio vincono il Nobel

intopic.it feedelissimo.com  
 

Assegnato il Nobel per la chimica ai tre inventori delle batterie al litio

Gli scienziati e inventori delle batterie al litio hanno ricevuto il premio Nobel per la chimica . I tre vincitori sono: John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino.
Il loro lavoro è iniziato negli ani 70. Il primo prototipo di batteria al litio è stato messo a punto da Whittingham. Goodenough è riuscito, attraverso varie modifiche, a renderla più potente. Yoshino nel 1985 ha creato il primo modello sufficientemente sicuro per essere lanciato sul mercato.
Il litio è il primo metalli della tavola periodica degli elementi, e il più leggero. Questo tipo di batteria, inoltre, è potente e ricaricabile a piacere (utilizzando una fonte di energia elettrica).

Queste batterie sono, dunque, importanti sia nella vita quotidiana che per il futuro dell’energia. “Esse hanno rivoluzionato la nostra vita e sono utilizzate per tutto, dai telefoni cellulari ai laptop, ai veicoli elettrici. Attraverso il loro lavoro, i vincitori hanno gettato le basi per una società senza fili e senza combustibili fossili” ricorda l’Accademia reale svedese delle scienze .

Batterie agli ioni di litio: come sono fatte

Le batterie agli ioni di litio possono avere diverse forme e dimensioni, ma al loro interno contengono celle composte da tre elementi principali: un polo negativo (o anodo) realizzato generalmente in carbonio; un polo positivo (o catodo) composto da un ossido metallico, e un elettrolita (la sostanza che conduce la corrente elettrica grazie agli ioni che si disciolgono al suo interno)  composto da un sale di litio disciolto in un solvente organico.

Goodenough, Whittingham e Yoshino

Goodenough, nato in Germania, è professore di ingegneria meccanica e scienze dei materiali presso l’Università del Texas ad Austin. Ha 97 anni ed è il vincitore più anziano della storia dei Nobel.

Whittingham, inglese, 78 anni, fa ricerca alla State University of New York, sempre negli USA.

Yoshino, 71 anni, è affiliato invece alla Asahi Kasei Corporation di Tokyo e alla Meijo University di Nagoya, in Giappone.

Fonte Immagine: Wikipedia

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Maria D'Argento

Avatar