Gp di F1 2019 in Bahrain

Gp di F1 2019 in Bahrain: doppietta Mercedes

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Al termine del Gp di F1 2019 in Bahrain, sulla linea del traguardo arrivano in ordine: Hamilton, Bottas e Leclerc

 

Sakhir, Bahrain International Circuit, lì 31/03/2019 – Disfatta Ferrari nel Gp di F1 2019 in Bahrain.

🏁 🏎️


Griglia di partenza F1 Gp Bahrain 2019Le prime posizioni nella griglia di partenza: Leclerc, Vettel, Hamilton, Bottas, Verstappen.

Dopo un weekend che ha visto la Ferrari fare da padrona ci si sarebbe aspettati un ordine di arrivo in parata per le due monoposto di Maranello.

Appena partiti si è capito che non sarebbe stata una passeggiata per i due piloti del cavallino rampante, ma nulla faceva presagire ad un simile esito. Vettel si gira, Leclerc conclude senza potenza.


[adrotate banner=”37″]

Gp di F1 2019 in Bahrain: la cronaca della gara

Scatta la luce verde! Parte male Leclerc con le gomme che perdono aderenza e viene infilato da Vettel ed a seguire anche da Bottas; a pressare il giovane pilota anche Hamilton con in coda anche Verstappen.

Vettel riesce a distanziarsi di qualche metro, mentre si forma un trenino con a capo Bottas che va lungo e viene sorpassato da Leclerc; dell’errore ne approfitta anche Hamilton che guadagna la posizione del compagno di squadra.

Al terzo giro, senza pressione, Leclerc inizia a macinare tempi record. Verstappen è vicinissimo a Bottas, quindi prova ad insidiarlo ma sbaglia e si allontana diventando bersaglio di Sainz.

Nel corso del quarto giro Sainz può sorpassare Verstappen ma c’è un contatto e fora creando caos in pista.

Durante il 5° giro Leclerc, che ormai ha recuperato tutti i metri di distacco, mette nel mirino Vettel e lo attacca.

Alla prima staccata dopo il traguardo il “cattivo” Leclerc passa al comando, Vettel non ci sta e prova a reagire ma la sua monoposto sembra meno reattiva. Inoltre Vettel accusa il colpo e viene recuperato anche da Hamilton. Il tedesco torna a girare coi tempi giusti nel corso dell’ottava tornata.

Il Vento forte mette alla prova le monoposto ed i piloti.

Il 12° giro vede protagonista Hamilton che si porta sul filo del DRS nel tentativo di attaccare Vettel.

Gp di F1 2019 in Bahrain: i pitstop

Nel corso del 13° giro iniziano a tornare nei box i big: entra Bottas che mette le gomme gialle.

Poi, nel 14° giro, stop per Leclerc ed anche per lui ci sono le gomme gialle. A seguire rientra Hamilton che sorprende tutti mettendo le gomme rosse.

Per non diversificare troppo la strategia rispetto agli avversari, al 15° giro va ai box Vettel ed anche lui monta le gomme gialle. Le soste ai box premiano Hamilton che si ritrova avanti a Vettel, mentre dietro sono molto vicini Bottas e Verstappen.

Leclerc è veloce così come Vettel che recupera tanto nei confronti di Hamilton che palesa difficoltà a tenere il ritmo.

Nel corso del 22° giro Vettel si mette in coda ad Hamilton e studia il sorpasso che avviene nel 23° giro.

Team radio di Hamilton che è preoccupato per la mancanza di ritmo, ma Vettel non va via e commette anche qualche sbavatura di troppo.

Curva dopo curva si stabilizzano le prestazioni e le distanze.

Gp di F1 2019 in Bahrain: la situazione a metà gara

Leclerc è al comando, in gestione gomme, con 8 secondi di vantaggio su Vettel; a sua volta il tedesco cerca di gestire un vantaggio di circa 2,5 secondi nei confronti di Hamilton. Dietro i primi 3 non si mette in evidenza nessuno, incluso Bottas che arranca.

Nel corso del 32° giro Stroll riesce a sdoppiarsi nei confronti di Verstappen che è in difficoltà; infatti prende la strada dei box al 34° giro, perdendo tempo per un problema sull’anteriore sinistra.

Hamilton mette le gomme gialle nel 36° giro: occhi puntati sui tempi!

Vettel fa il pitstop nel 37° giro mentre Hamilton spinge forte; il tedesco, però, esce dai box con una manciata di decimi di vantaggio sull’inglese.

38° giro: Leclerc cambia le gomme, mentre Hamilton prova ad infilare Vettel con gomme più fredde, ma non riesce.

Continua il pressing dell’inglese sul tedesco, così Vettel va in testa-coda e lo passa Hamilton. Qualche metro dopo Vettel perde l’alettone così torna ai box e mette le gomme rosse.

Gp di F1 2019 in Bahrain: le fasi finali di gara

Nel corso del 44° giro Vettel arriva al 5° posto con circa 26 secondi di ritardo da Verstappen.

Durante il 46° giro arriva una comunicazione shock! Leclerc ha problemi di potenza ed inizia il calvario.

47° giro… Leclerc ha 5 secondi di vantaggio su Hamilton.

48° giro… Leclerc ha solo 3 secondi di vantaggio dall’inglese.

Circolano voci di problemi sul circuito dell’ibrido. Al temine del giro Hamilton è primo.

Al 50° giro Hamilton è primo con 5.5 secondi di vantaggio su Leclerc, che a sua volta ha 21 secondi di vantaggio su Bottas.

Nel 52° giro Hamilton è in pole con quasi 20 secondi di distanza da Leclerc, che vede Bottas dietro di 9 secondi. Anche Verstappen si avvicina.

Durante il 54° giro Hamilton si porta comodamente a 23 secondi distacco dal secondo posto preso da Bottas; mentre Leclerc è terzo con Verstappen a soli 5 secondi.

Una piccola svolta nel 55° giro: entra la safety car per l’uscita di pista di Ricciardo causata dalla rottura del motore.

Siamo al 56° giro con: Hamilton, Bottas, Leclerc, Verstappen, Vettel, Norris, Raikkonen, Gasly, Albon, Perez.

Proprio sul traguardo finale la safety car rientra dando l’occasione a Verstappen di provare il sorpasso su Leclerc che però resiste.

Gp di F1 2019 in Bahrain: il podio

1)Hamilton; 2)Bottas; 3)Leclerc

Con 1:33.411 Leclerc prende il punto extra per il giro veloce.

Foto copertina: https://formula1.ferrari.com/it/2019-f1-gp-bahrain-galleria-fotografica-domenica/

Altre informazioni sullo sport nella pagina del sito.

 

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".