GP Miami, F1: Max Verstappen vince a Miami, entrambe le Ferrari a podio

GP Miami, F1: Max Verstappen vince a Miami, entrambe le Ferrari a podio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il GP Miami ha visto il trionfo di Max Verstappen e un passo che su gomma media era semplicemente inarrivabile per tutti. Podio per entrambe le Ferrari con Leclerc secondo e Sainz terzo che si è dovuto difendere da un arrembante Perez che aveva gomme medie nuove contro le più dure del pilota spagnolo della Ferrari. Rimonta per la Mercedes che piazza le proprie monoposto in quinta e sesta posizione dopo una battaglia negli ultimi giri di gara. Verstappen registra anche il giro più veloce, per cui rosicchia punti in classifica piloti. Il leader resta Leclerc. In classifica costruttori, RedBull recupera qualche punto nel campionato costruttori.

GP Miami: la sintesi della gara

Allo spegnimento dei semafori, i primi 4 sono partiti bene. Leclerc ha mantenuto il comando, mentre Verstappen ha tirato la staccata dall’esterno di curva 1 su Sainz che gli ha consentito di avere la migliore traiettoria nella curva 2. Sainz si è dovuto accontentare del terzo posto. Verstappen conquistando la seconda posizione, ha potuto restare incollato a Leclerc. Dopo 8 giri è riuscito anche a superare il monegasco passando al comando sfruttando una scodata in uscita di curva 17 del Monegasco. Leclerc guadagnava 3-4 decimi nel primo settore che poi perdeva negli altri due settori.

Da lì in poi, il passo di Verstappen è stato inavvicinabile: guadagnava decimi su decimi e ogni giro veloce fatto da Leclerc veniva prontamente battuto da un giro veloce di Verstappen. Prima della sosta il divario era di oltre 5 secondi. Il primo a fermarsi è stato proprio Leclerc per montare le gomme più dure. Il suo pit stop è durato 3,6 secondi. Il giro dopo è rientrato Verstappen con una sosta di 2,4 secondi. A quel punto è toccato a Perez e infine a Sainz. Tutti e quattro hanno optato per gomme dure. Per il pilota spagnolo della Ferrari ci sono stati problemi con il pit: il tempo della sosta infatti era superiore ai 5 secondi. Un contatto tra Gasly e Norris al giro 41, ha fatto spargere detriti sull’asfalto e ha costretto i commissari a far intervenire la Safety Car per rimuovere la vettura del pilota inglese. Prima dell’ingresso della Safety Car, Leclerc aveva 8 secondi di distacco dal leader.

Perez è stato l’unico di testa a fermarsi, montando gomme medie. I primi tre erano su gomma più dura. Al restart, Leclerc ha tentato negli ultimi 10 giri di non perdere contatto con Verstappen, riuscendo anche ad aprire il DRS in varie occasioni. Perez di contro, con gomma fresca ha provato più volte il sorpasso su Sainz. Un tentativo in curva 1 è finito con un lungo di Perez che ha consentito a Sainz di uscire dalla zona DRS e riprendersi il terzo posto. Tuttavia alla Ferrari mancava un po’ di velocità di punta, dovuto probabilmente al setup con maggior carico aerodinamico rispetto alle monoposto austriache, al punto che Leclerc non riusciva neanche ad affiancare Verstappen. Negli ultimi 3-4 giri, Verstappen è riuscito a guadagnare quei decimi necessari per avere oltre 1 secondo di distacco per non far sfruttare il DRS al monegasco.

L’ordine di arrivo

Il GP Miami, dunque si conclude con quest’ordine di classifica:

Pos Pilota Auto Distacco Intervallo
1 Netherlands Max Verstappen Red Bull
2 Monaco Charles Leclerc Ferrari 3.786 3.786
3 Spain Carlos Sainz Ferrari 8.229 4.443
4 Mexico Sergio Perez Red Bull 10.638 2.409
5 United Kingdom George Russell Mercedes 18.582 7.944
6 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 21.368 2.786
7 Finland Valtteri Bottas Alfa Romeo 25.073 3.705
8 France Esteban Ocon Alpine 28.386 3.313
9 Spain Fernando Alonso Alpine 32.128 3.742
10 Thailand Alex Albon Williams 32.365 0.237
11 Australia Daniel Ricciardo McLaren 35.902 3.537
12 Canada Lance Stroll Aston Martin 37.026 1.124
13 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 40.146 3.120
14 Canada Nicholas Latifi Williams 49.936 9.790
15 Germany Mick Schumacher Haas 1’13.305 23.369
16 Denmark Kevin Magnussen Haas
17 Germany Sebastian Vettel Aston Martin
France Pierre Gasly AlphaTauri
United Kingdom Lando Norris McLaren
ChinaZhou Guanyu Alfa Romeo

Fonte immagine copertina: Red Bull Content Pool

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com