Verstappen domina in Austria. Norris a podio, Hamilton 4°

Verstappen domina in Austria. Norris a podio, Hamilton 4°

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Mentre Max Verstappen ha ottenuto una facile seconda vittoria consecutiva alla Red Bull Racing, la lotta dietro di lui è stata piuttosto intensa. Valtteri Bottas è arrivato secondo mentre Lando Norris ha completato il podio. Lewis Hamilton è arrivato “solo” quarto.

Proprio come la settimana prima, la partenza e la curva 1 si sono rivelati abbastanza semplici. Anche oggi, in curva 3 abbiamo visto di tutto, con l’unico ritiro del weekend, Ocon con Alpine. Non ci sono stati cambi di posizione nelle prime posizioni: i primi 7 hanno tenuto le posizioni di partenza. Russell tuttavia ha perso gravemente terreno ed è finito 13°. Anche Sainz era scivolato dalla decima alla quattordicesima posizione. Ha perso posizioni anche Alonso. Ad Ocon è andata peggio: è rimasto chiuso tra due vetture e ha rotto l’anteriore destra, costringendolo al ritiro. A quel punto è entrata la Safety Car per 3 giri. 

La ripartenza si è rivelata più entusiasmante della partenza iniziale in quanto Perez ha subito sfidato Norris per il secondo posto ma il tentativo di sorpasso all’esterno di curva 4 è fallito, in quanto Norris lo ha accompagnato sulla ghiaia. Infatti, il pilota inglese è stato penalizzato con 5 secondi di penalità.

Verstappen vince in Austria: la sintesi della gara

Verstappen nel frattempo guadagnava sempre un distacco maggiore. Norris, nel frattempo, ha tentato più volte di difendersi da Hamilton, ma dopo la notizia della penalità, non ha avuto più il passo per stargli davanti. La McLaren era molto più veloce in rettilineo della Mercedes, ed infatti Hamilton ha perso diversi giri dietro Norris.

Nel frattempo, le Ferrari sono riuscite a farsi strada guadagnando varie posizioni. Infatti, quando Leclerc ha tentato di superare Perez, quest’ultimo ha buttato due volte Leclerc sulla ghiaia ed entrambe le volte è stato penalizzato con 5 secondi per ogni forzatura. Quindi quei 10 secondi di penalità gli sono costati cari per la posizione su Sainz. Per pochi decimi, infatti, lo spagnolo della Ferrari ha conquistato la quinta posizione.

Hamilton, invece, al giro 51 si è fatto passare da Bottas, a seguito di un ordine di scuderia. Infatti, dietro c’era Norris che era tornato a fare pressione nonostante la penalità. Dunque Hamilton dalla seconda posizione si è ritrovato quarto in poco tempo, passato da Bottas e da Norris.

Nell’ultimo giro, Raikkonen ha avuto una battaglia con Vettel dopo non essere riuscito a superare Russell. Il finlandese è stato superato dal pilota dell’Aston Martin dopo la curva 4, ma poi si è girato contro di lui e ha urtato l’anteriore destro contro il posteriore sinistro di Vettel. Entrambi gli uomini sono finiti prevedibilmente nella ghiaia, finendo 16° e 17°, davanti solo ai due piloti Haas che avevano doppiato.

Via

Fonte immagine copertina: F1 Technical

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com