Hamilton vince a Silverstone con una gomma bucata

Hamilton vince a Silverstone con una gomma bucata

 

Hamilton vince a Silverstone, ma con una ruota completamente distrutta. Il Gran Premio di Gran Bretagna ha visto una Mercedes che domina letteralmente a Silverstone. Hamilton e Bottas hanno avuto un passo di gara completamente diverso rispetto a tutti gli altri. Ma il finale di gara è stata una completa sorpresa. L’anteriore sinistra di tanti piloti si è bucata, incluse le due Mercedes. La differenza tra i due piloti è che Bottas ha forato prima di Hamilton. L’inglese ha bucato nell’ultimo giro e ha tagliato il traguardo al primo posto “su tre ruote”.

Bottas, invece, è stato costretto al pit stop, finendo addirittura fuori dalla top ten, alle spalle di Sebastian Vettel.  Gara sulla difensiva delle due Ferrari con Leclerc terzo, e Vettel decimo. Bottas ha tentato di tenere il passo di Hamilton per tutta la gara, ma il decadimento della gomma più dura, ha costretto il pilota finlandese a mollare il ritmo sul pilota inglese. In partenza, Bottas è partito meglio, ma l’attimo di esitazione non gli ha consentito di conquistare la leadership della gara.

Hamilton vince a Silverstone: i colpi di scena non sono mancati

La battaglia a suon di record tra Hamilton e Bottas è costata cara ad entrambi. Nonostante lo pneumatico anteriore destro fosse soggetto al blistering, quello che ha dato problemi agli ultimi 3 giri è stato invece quello sinistro. Gli pneumatici si sono lacerati in punti diversi del tracciato, pertanto è possibile pensare che non ci fossero detriti in pista, ma sarebbe stata sovrastimata la durata degli pneumatici.

Hamilton ha chiuso al comando, seguito da Verstappen che per evitare problemi, ha deciso di effettuare un pit stop di precauzione, avanti a Charles Leclerc. Lewis Hamilton, dunque, ha chiuso la gara a soli 5 secondi da Verstappen. Leclerc è arrivato terzo, Ricciardo quarto, Norris quinto, Ocon sesto, Gasly settimo, Albon ottavo, Stroll nono e Vettel decimo. Valtteri Bottas, a causa del pit stop post-foratura, è arrivato alle spalle del pilota tedesco della Ferrari.

Gara anonima di entrambe le Ferrari che per compensare la velocità massima, hanno optato per un assetto più scarico. Ciò non ha consentito di attaccare gli avversari, pensando di migliorare la difensiva dell’auto sui rettilinei. Su Leclerc ha funzionato, ma su Vettel no. Il tedesco, infatti, è stato superato da diverse vetture, inclusa la Alpha Tauri di Gasly. Lewis Hamilton vince a Silverstone

Intervista sul podio

Lewis Hamilton vince a Silverstone (1°), Mercedes:Fino a quell’ultimo giro, è stata una gara a vele spiegate. Nessun problema. Valtteri ha spinto tantissimo e io ho gestito un po’ la gomma. Quando ho saputo che la sua gomma ha avuto quel problema, ho guardato la mia e sembrava tutto in ordine. La macchina curvava senza problema, quindi non pensavo sarebbe successo nulla. Negli ultimi giri ho alzato il pedale e in pieno rettilineo la gomma è scoppiata. Ho notato che si è piegata verso un lato e mi sono trovato con il cuore in gola. Non sapevo se la macchina fosse arrivata al traguardo. Cercavo di mantenere la velocità senza che tutto partisse, come perdere l’ala. Ho cercato anche di non essere troppo lento. Non so come sono arrivato fino alle ultime curve, ma devo ringraziare il team. Forse avremmo dovuto fermarci quando abbiamo visto la foratura di Bottas”.

Max Verstappen (2°), Red Bull:C’è stato un aspetto di fortuna ma anche di sfortuna. Le gomme ad un certo punto non sembravano in grandi condizioni 10 giri dalla fine, quindi mi sono anche consultato con la radio dopo la foratura di Bottas. Abbiamo deciso di entrare ai box per tentare il giro veloce, ma poi anche Lewis ha forato. Contento del secondo posto. Ho detto al mio ingegnere di ricordarmi di bere, ma è stata una gara molto solitaria, ho gestito solo il passo e le gomme“.

Charles Leclerc (3°), Ferrari: “È stata una gara molto complicata. Appena ho sentito che Valtteri aveva un problema alle gomme, ho rallentato parecchio, ma anche Carlos ha avuto un problema al giro dopo e poi Lewis. È stato un colpo di fortuna per me. Abbiamo fatto il meglio che potessimo fare, abbiamo gestito le gomme dall’inizio alla fine della gara. Molto contento del bilanciamento della macchina. Abbiamo visto il potenziale della prestazione della macchina, che non è ancora quello che vogliamo, ma oggi siamo riusciti a cogliere ogni opportunità. Non so quale sia stata la causa, forse i detriti in pista, ma Lewis ha forato in una curva e Valtteri in un’altra. Quindi non so. Spetta ai ragazzi della Pirelli, che sicuramente indagheranno”. 

Via

Fonte immagine copertina: Sky Sport

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com