lampi radio spaziali veloci

I lampi radio spaziali veloci, nuovi misteri

Ormai è un dato di fatto, l’universo è uno scrigno quasi infinito di misteri ed enigmi. Probabilmente conosciamo talmente poco dello spazio che ad ogni nuova scoperta si stravolgono le nostre conoscenze. Alcune delle scoperte più misteriose sono i lampi radio spaziali veloci. Ancora oggi non si riesce a capire di più su questo misterioso fenomeno e di recente alcuni studi hanno evidenziato ulteriori stranezze.

Cosa sono i lampi radio spaziali veloci

I lampi radio spaziali veloci sono stati inizialmente rilevati nel 2001 tramite radiotelescopi e da allora non fanno altro che aggiungere ulteriori misteri e rompicapo al nostro universo. Questi lampi radio, come deducibile dal nome e detto in modo semplice, sono impulsi ultra energetici di onde radio di breve durata e velocissimi; provenienti dallo spazio profondo e da galassie. Al momento però non si conosce la loro vera causa e la loro origine, ma una cosa è certa, lo spazio ne è pieno! Questi impulsi vengono chiamati anche Fast Radio Burst (Frb). Sono un vero e proprio enigma dell’astronomia. Di recente altri studi hanno evidenziato che alcuni lampi radio spaziali veloci hanno una loro ciclicità.

Nuovi studi sui lampi radio spaziali veloci

Stando a nuovi studi sui lampi radio, mettendo in causa il lampo radio Frb 121102, si è potuto capire che questo impulso radio viene emesso con regolarità. Infatti utilizzando il radiotelescopio inglese Lovell Telescope alcuni ricercatori inglesi del Jodrell Bank Observatory hanno scoperto, nell’arco di quattro anni, che il lampo Frb 121102 viene emesso con una regolarità sorprendente (gli studiosi hanno captato 32 suoi segnali in quattro anni) e compie un ciclo regolare di 157 giorni. In questi 157 giorni inizialmente compie circa 90 giorni di attività e 67 di pausa, ricominciando poi nuovamente il suo ciclo.

Gli studiosi al momento non hanno una valida risposta a questo fenomeno. Inizialmente pensavano che questi lampi velocissimi erano generati dall’esplosione di supernove, collisioni di buchi neri o collisioni di stelle. Ma questi sono eventi singoli e non spiegano minimamente il fatto che questi lampi possono ripetersi con una certa regolarità ciclica. Quindi?

Quindi i ricercatori ipotizzano che questi lampi radio spaziali e veloci siano generati dal movimento di buchi neri, stelle di neutroni o stelle super massicce. Ma risultano ipotesi poco soddisfacenti perché in questo genere di corpi celesti emissioni ed impulsi simili dovrebbero essere captati in modo quasi normale, e a quanto si sa questo non è mai avvenuto. I dubbi restano ancora.

Un’ipotesi alternativa

Ora come ora risposte esaustive sui misteriosi lampi radio spaziali veloci non possono essere date. Ma i ricercatori hanno evitato di parlare di un’altra ipotesi molto bizzarra ma altrettanto interessante, ovvero quella aliena. Può essere plausibile che ad emettere simili impulsi radio veloci siano civiltà aliene che tentano di comunicare o mandare messaggi nello spazio profondo, o anche è il “rumore” della vita su altri pianeti ad emettete simili impulsi.

L’ipotesi ufologica più attendibile è comunque quella che sono civiltà aliene che intendono mostrare la loro presenza all’universo e trovare anche loro forme di vita; come lo facciamo noi, possono farlo anche loro. Simili messaggi vengono emessi anche da scienziati terrestri proprio con lo stesso intento, uno dei messaggi spaziali più famosi lanciati da noi terrestri è il messaggio di Arecibo. Questa ipotesi é da prendere in seria considerazione, così come anche tentare di decifrare questi impulsi radio.

Conclusioni

Purtroppo al momento non possiamo sapere la verità sui lampi radio spaziali veloci. Possono essere emessi, come già accennato, anche da corpi celesti al momento non noti, buchi bianchi, buchi neri di diverso tipo o altro; non lo sappiamo. Ma una cosa è certa, i lampi radio veloci esistono e sono uno dei tanti misteri dell’universo. Tutto è possibile.

Chissà, forse su un altro pianeta ci sta un altro articolista alieno che sta scrivendo anche lui un articolo su un misterioso lampo radio che però abbiamo inviato noi terrestri.

È anche vero che non bisogna viaggiare troppo con la mente e mantenere una certa serietà, ma non si sa mai. Certo, possono essere anche fenomeni astronomici ancora sconosciuti, ma mai dire mai e gli studi devono andare avanti. Tutto è possibile, e l’esistenza di vita extraterrestre è una delicata questione a cui dovremmo abituarci tutti perché molto ma molto seria, importante ed attendibile.

 

Fonte immagine: Pixabay 

Ti potrebbe interessare leggere questo nostro articolo:

Autore dell'articolo: Gioacchino Savarese

Avatar
Gioacchino Savarese nasce il 26 maggio 1995 a Nocera Inferiore. Fin da subito è appassionato di misteri, scrittura e scienza. Le sue passioni e i suoi sogni si sono materializzati il 16 maggio 2015 con la creazione del Blog intitolato "I Misteri Del Mondo e Dell'Universo", inoltre ha un canale You Tube (adesso chiamato Specialid) e una Pagina Facebook omonimi. Inoltre ha pubblicato un libro il 19 luglio 2017 intitolato "I MISTERI DELLA VITA NELL'UNIVERSO". Il 27 giugno 2019 ha pubblicato il suo secondo libro: DIARIO DI UN SOLDATO. Il 30 ottobre 2019 ha creato il suo nuovo blog, chiamato Specialid, anche la sua pagina Instagram si chiama Specialid. Continua tuttora la sua ricerca nel mistero, nelle sue attività e a scrivere.