Il mercato dei veicoli commerciali in Italia nel Q1 2018

Il mercato dei veicoli commerciali nel nostro Paese ha fatto registrare una modesta contrazione nel mese di aprile. Le stime che sono state rese note dal centro studi e statistiche dell’Unrae, vale a dire l’associazione delle case automobilistiche estere che sono attive in Italia, indicato per il quarto mese del 2018 un lieve calo, di poco inferiore al 4%, per un numero complessivo di 12.920 immatricolazioni; ad aprile del 2017, invece, i veicoli commerciali venduti erano stati 13.441. Già lo scorso mese di aprile, per altro, i dati parlavano di una discesa rispetto al 2016, di quasi l’8%. Insomma, il settore sembra attraversare una leggera crisi.

In totale nei primi 4 mesi del 2018 le immatricolazioni hanno toccato quota 57.520 unità, e il quadrimestre fa segnare una crescita di quasi il 2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: tra il mese di gennaio e il mese di aprile del 2017, infatti, ci si era fermati a 56.483 immatricolazioni. Numeri interessanti anche per le radiazioni dello scorso anno: nel 2017 si è assistito a un aumento delle cancellazioni dal Pubblico Registro Automobilistico dei veicoli commerciali di quasi l’8%, una percentuale più elevata di quella del settore auto; mentre nel 2016 erano state poco più di 85mila, lo scorso anno si è arrivati a circa 92mila unità.

Mentre sono diminuiti i veicoli con un’età maggiore sulle spalle, ad aumentare sono state le radiazioni da Euro 3 in avanti. In particolare, sono stati gli Euro6 che si sono contraddistinti per una notevole crescita, soprattutto per effetto delle esportazioni. Secondo il presidente Unrae Michele Crisci nel 2018 il mercato dei veicoli commerciali dovrebbe toccare livelli di poco più bassi delle 200 mila immatricolazioni, e quindi dati in linea con il totale di oltre 194 mila veicoli che sono stati venduti lo scorso anno.

Brand come Lodotruck avranno un ruolo di primo piano da questo punto di vista, mentre il processo di svecchiamento del parco dovrebbe proseguire anche nei prossimi mesi per effetto del rinnovo del super ammortamento. Nel secondo semestre del 2018, in particolare, le previsioni lasciano immaginare una maggiore stabilità del mercato. Nel 2018 si potrebbe arrivare a circa 196 mila immatricolazioni, e quindi a una crescita di circa l’1% rispetto all’anno precedente. Certo, i dati di aprile lasciano qualche perplessità, anche se in tutta Europa il mercato affronta un momento critico, come dimostrano i dati forniti dall’associazione dei costruttori Acea.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
   

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.