Italia devastata dagli incendi

Incendi, oggi 21 richieste d’intervento aereo

 

ROMA – Incendi 18 agosto 2022, oggi 21 richieste d’intervento aereo. Gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra.

Secondo i dati disponibili alle ore 18.30, sono 21 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 17 dalla Sicilia, 3 dalla Calabria e una dall’Abruzzo. L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 12 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

Incendi 18 agosto 2022, oggi 21 richieste d’intervento aereo

Ricordiamo che i carabinieri forestali svolgono abitualmente, tra le altre, attività di vigilanza e controllo ai fini della conservazione del patrimonio forestale, di conservazione della biodiversità e del benessere animale, di controllo sulla gestione dei rifiuti, di contrasto del dissesto idrogeologico e di investigazione sugli incendi boschivi.

Dai dati raccolti si evidenzia che la maggior parte degli incendi è di natura colposa ed è riconducibile a pratiche agricole ed agronomiche che comprendono la bruciatura di potature e di residui vegetali derivanti da attività agricole, la ripulitura di terreni incolti e la combustione di rifiuti di vario genere, fino ai casi di accensione di fuochi per la cottura di salsa di pomodoro ad uso familiare e alla combustione per affumicare le api durante le ispezioni in apiario. Sono altresì da segnalare gli importanti risultati sul piano del contrasto delle pratiche di abbandono dei rifiuti, i controlli alle discariche abusive ed i traffici organizzati che, unitamente alle illecite forme di smaltimento e combustione dei rifiuti, sono tra le cause di più forte perturbazione per l’ambiente con particolare riferimento al delitto di inquinamento ambientale.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24