Arrestato il piromane che aveva incendiato il parco del Cilento

In manette un ragazzo di 24 anni di origini romene a Teggiano (SA), responsabile di aver appiccato un incendio nel Parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano. Il piromane e’ stato arrestato in flagranza di reato. Un carabiniere fuori servizio aveva notato il ragazzo, e insospettito lo ha seguito fino a Pedemontana, dove l’agente lo ha visto mentre stava appiccando un fuoco tra alcune sterpaglie. La zona era già stata messa a dura prova la settimana scorsa, quando andarono in fumo una zona di 80 ettari.

Il piromane e’ stato arrestato con l’accusa di incendio doloso

Il carabiniere fuori servizio ha visto il piromane lanciare un oggetto infuocato vicino a delle piante secche, a ridosso di alcuni oliveti. La zona, pero’, era anche molto vicino a diverse abitazioni. Dopo aver chiamato i rinforzi e fatto arrestare il ragazzo, con l’aiuto di alcuni cittadini ha spento il fuoco che stava divampando.

Incendi nella via del Mare a Roma

Anche presso Vitinia, lungo la via del Mare che dalla Capitale porta alle località del litorale romano, la strada e’ stata interrotta a causa di un incendio partito da alcune sterpaglie. Anche in questo caso, pare che si tratti di un incendio doloso. Tra Roma, Civitavecchia, Ostia, Cerveteri, Cesano, Anguillara e al lago di Martignano, si sono verificati 60 interventi dei Vigili del Fuoco. Impegnati anche gli agenti della Polizia municipale, che hanno dovuto gestire la viabilità.

Fonte: ansa.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: