interventi in stile selfie

Interventi in stile selfie tra i più giovani

 

Sono aumentati del 15% gli interventi in stile selfie

La Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica (SICPRE) rende noto che dal 2017 sono aumentati del 15% gli interventi in “stile selfie“. La percentuale riguarda soprattutto ragazze di età compresa tra i 18 e i 29 anni.
Il motivo principale dietro a questi ritocchini è legato principalmente a motivi “social”; le più giovani si rivolgono al chirurgo plastico per poter ottenere selfie perfetti. Sempre più persone, influenzate dalla loro istantanea ‘ritoccata’ tendono ad avere come obiettivo quello di essere in realtà più vicine possibili a quell’immagine di perfezione.

La “selfie dismorfia” nasce da una crisi esistenziale

Si tratta di una tendenza chiamata “selfie dismorfia”, che nasce da una profonda crisi esistenziale e che porta a richiedere operazioni chirurgiche sulla base della propria immagine modificata con i filtri offerti dalle app.

I ritocchini più richiesti sono, ovviamente, quelli al volto: rinoplastica, interventi per rendere più lisce le palpebre, iniezioni di filler e botulino alle labbra e per sollevare gli zigomi.

Un fenomeno sempre più diffuso: il Boston Medical Center lo sta analizzando

Il Boston Medical Center, ad esempio, sta analizzando il fenomeno per riflettere su questi nuovi canoni di bellezza, che molto spesso portano a richieste irrealizzabili. I social come Instagram e Snapchat, o app come Photoshop, infatti, possono fare molti danni a persone con tendenze ossessivo-compulsive, grandi insicurezze o ansie pronunciate. “Gli adolescenti sanno che questi filtri non riflettono i cambiamenti di cui hanno bisogno? Capiscono che questi filtri non li devono far vergognare del loro aspetto attuale? Abbiamo bisogno di ulteriori ricerche per rispondere a queste domande”, ha dichiarato Kamleshun Ramphul, autore dell’articolo “Snapchat Dysmorphia è un vero problema?”.

Fonte Immagine: Io Donna

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24