Italia Islanda femminile

Italia Islanda femminile, secondo match a Coverciano

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Italia Islanda femminile, secondo match. Le azzurre di mister Bertolini di nuovo in campo domani alle ore 16 allo stadio Enzo Bearzot di Coverciano (diretta su Rai Sport + HD)

Dopo la vittoria della prima gara Italia Islanda femminile tornano a giocare per la seconda amichevole; 90 minuti che la ct Milena Bertolini sfrutterà per dare un’opportunità, accanto alle “senatrici”, anche alle calciatrici che hanno avuto fino ad oggi meno spazio nella squadra.

Una gara amichevole dalla quale però il Ct si attende una buona prestazione:

Mi aspetto il giusto approccio e l’atteggiamento che si deve avere contro una squadra forte come l’Islanda, che gioca un calcio molto fisico e molto intenso.

Anche la storia ci dice che contro questa nazionale c’è sempre un grande equilibrio, il loro è un Paese in grande sviluppo.

Mi aspetto di vedere la Nazionale che tutti abbiamo visto in questi ultimi anni: una squadra aggressiva, compatta, che si aiuta, e con l’atteggiamento giusto. Se entri in campo in quel modo poi tutto diventerà più facile.

In campo anche la capitana Sara Gama:

E’ importante partire con l’approccio giusto, poi bisogna affrontare i vari step per la gestione dei singoli momenti della partita. Ci sono infatti varie fasi che si possono gestire se si ha la consapevolezza dei momenti e dei tempi di gioco.

Questo è un aspetto molto importante sul quale dobbiamo migliorare e domani sarà un test importante in cui possiamo provare questo, oltre alle cose fatte in questa settimana di lavoro.

Sarà fondamentale gestire la gara in serenità per vedere se siamo sulla strada giusta.

Gama che, a sua volta, è stata ospite alla trasmissione Che tempo che fa parlando in generale del calcio femminile:

L’Europeo è un traguardo importante per il movimento e le prospettive sono buone. Già durante il Mondiale le ragazze hanno lottato contro i pregiudizi e per farsi riconoscere i loro diritti.

In Italia ci sono 30mila praticanti, l’obiettivo è arrivare a 100mila per raggiungere il livello di altri paesi europei.

 

Foto: Pagina Facebook ufficiale Nazionale femminile di calcio

 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.