Juve

Juve: poca voglia e concentrazione, persi due punti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Juve gol e poi….

La Juve va in vantaggio contro il Genoa con un gol di Ronaldo, poi i bianconeri si siedono ed iniziano a palleggiare senza però mai affondare, quando invece si sarebbe potuto fare qualche altro gol per mettersi al riparo da brutte sorprese. Massimiliano Allegri dalla panchina si era accorto di un calo di concentrazione, ed aveva iniziato ad alzare la voce con i suoi ragazzi. Il gioco compassato e la poca voglia di chiuderla, hanno poi condannato la squadra torinese. Il gol certamente è una sorta di cartina torna sole della gara. Una palla che pareva ormai persa e finita in calcio d’angolo, in maniera strana (forse non del tutto corretta), invece e rimasta in campo. Ed i calciatori della Juve?. Parevano già pronti a sistemare la difesa con il “castello” per l’eventuale calcio d’angolo.

Il gol e due punti persi

I calciatori bianconeri si sono fermati, invece Kouame ha continuato a giocare ed ha crossato al centro. Tutti gli juventini sembravano delle belle statuine, così Bessa è saltato in mezzo all’area in maniera assolutamente indisturbata ed ha infilato Szczsney, non senza colpa, visto che probabilmente poteva uscire dai pali e anticipare il centrocampista genoano. Due punti persi in maniera davvero incredibile, dopo ben otto vittorie consecutive, un pareggio da squadra con poca concentrazione e forse con la testa già a Manchester. Invece si è visto come nel calcio, basta un attimo di distrazione per essere puniti. Forse questo primo stop potrebbe essere salutare per il prosieguo della stagione, così che la Juve tornerà a giocare con la bava alla bocca. Nessuna partita è vinta in partenza, anche se hai vinto sette scudetti di fila e sei la squadra più forte del campionato. Serve giocare, mettendo in campo grande concentrazione e forza per avere ragione dell’avversario.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24