Dove vedere Juventus-Bologna

Juventus, Calvarese: “Okoye Milik e Sommer Nzola, perchè qui non era rigore? Eppure il VAR…”

Condividi su:

 

La Juventus poteva rimanere in scia dell’Inter che era uscita vittoriosa dalla trasferta di Roma e invece è arrivata una sconfitta clamorosa contro l’Udinese. Nessuno a inizio partita poteva pronosticare questo risultato che poi è maturato. Juventus con zero gol all’attivo nelle ultime 2 partite e non trova la vittoria dalla trasferta di Lecce. Adesso più che pensare all’Inter dovrà guardarsi le spalle dal Milan.

La spiegazione di Calvarese sull’episodio dubbio

Episodio in Juventus-Udinese simile a quello accaduto in Fiorentina-Inter, protagonisti portiere ed attaccante. A Firenze il contatto Sommer Nzola finì con un rigore in favore dei viola, ieri sera quello tra Okoye e Milik non è stato punito con la stessa sanzione. A chiarire la questione ci ha pensato Calvarese, come riportato da juventusnews24.com:

“Okoye, portiere dell’Udinese, colpisce prima il pallone e poi la tempia di Milik. In questi casi chi arriva prima vince: per questo motivo non è calcio di rigore. E questo caso è molto simile a quello di Sommer e Nzola, sul quale il VAR aveva richiamato l’arbitro al monitor ed era stato assegnato il penalty. Continuo a sostenere che in Fiorentina-Inter il VAR non dovesse intervenire (e forse ero l’unico a sostenerlo…). Io credo, tuttavia, che la cosa più importante che ci possa essere per la credibilità della classe arbitrale sia l’uniformità di giudizio: episodi simili, decisioni uguali. Piccola curiosità: il VAR oggi è lo stesso di Firenze, Valerio Marini…”

LEGGI ANCHE: Cagliari: Ranieri choc, ecco cosa è successo dopo la Lazio e Giulini…

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano