La Lega manifesta in piazza contro il Mes

La Lega manifesta in piazza contro il Mes

 

ROMA – La Lega manifesta in piazza contro il Mes. Solo ieri, infatti, in 1.500 piazze in tutta Italia sono state raccolte più di 200.000 firme per chiedere la sospensione del Meccanismo europeo di stabilità. Ecco cosa ha dichiarato il leader del Carroccio, Matteo Salvini, sui social:

“Grazie a tutti i cittadini che hanno partecipato: solo ieri raccolte oltre 200.000 firme, fantastico!!! Giù le mani dai risparmi degli italiani!”.

La Lega manifesta in piazza contro il Mes

La petizione promossa dalla Lega continua anche nella giornata di oggi, domenica 8 dicembre. Salvini ha poi scritto su Facebook:

“Usare i risparmi degli italiani per salvare le banche tedesche? No, grazie. Vi aspetto sabato e domenica nelle piazze di tutta Italia e anche online, sul sito legaonline.it/stopmes, per fermare il Fondo Ammazza-Stati”.

Dalla Lega, invece, fanno sapere quanto segue:

“Saremo presenti nel weekend con i gazebo per la raccolta firme lanciata dal nostro segretario Matteo Salvini contro il Mes, ennesima sciagura targata Pd-5stelle. Diciamo No al Mes perché divide gli stati europei in stati di serie A e stati di serie B usando i criteri fallimentari del Fiscal Compact, comprimendo l’incisività della politica nella gestione dei salvataggi dei Paesi in difficoltà. Aspettiamo tutti presso i Gazebo della Lega per firmare contro questa ennesima eurofollia”.

Salvini firma contro il Mes

Dal canto suo, l’ex ministro dell’Interno ieri ha firmato contro il Mes recandosi in un gazebo a Milano:

“Qui Milano – ha scritto Salvini in un post con tanto di fotografia – Io ho firmato per fermare il Fondo Ammazza-Stati e come me migliaia di italiani nelle oltre 1000 piazze in tutta Italia. Grazie. Quando il popolo si sveglia e si mette in cammino, non ci sono banchieri, finanzieri o “Giuseppi” che tengano”.

Nei giorni scorsi, Matteo Salvini aveva spiegato:

“La nostra posizione è quella dei 5 stelle: il trattato così come è non è accettabile, va rivisto, ridiscusso, ridisegnato, emendato, che è l’esatto contrario di quello che arrivava ieri da Bruxelles dicendo ‘il pacchetto è chiuso'”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24