America latina martoriata ancora dal Covid 19

L’America latina martoriata ancora dal Covid 19

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’America latina continua ad essere martoriata dal Covid 19. Non è un mistero, che la Pandemia che ha colpito il mondo in questi mesi abbia mietuto vittime a più non posso. Nessuna nazione del mondo è stata risparmiata. Un’epidemia terribile, che ancora fa tribolare molti paesi. La situazione nell’America latina certo non è delle più rosee. Tutti i paesi del sud America ora fanno i conti  anche loro, con un bilancio davvero disastroso fra morti e ” feriti”.  E’ proprio di oggi, la notizia di una nuova accelerazione del virus proprio dei paesi a sud dell’equatore. Il morbo sembra non avere risparmiato proprio nessuno. In meno di 24 ore i contagi sono cresciuti di 18.000 unità. La quota è ormai a circa 361.593, mentre si sono pure aggiunti altri 1.300 morti per un totale complessivo di  20.149.

America latina martoriata dalla pandemia Covid 19: le statistiche…..

Questi dati sono relativi ad una statistica elaborata dall’Ansa per 34 nazioni sui territori latino – americani. Anche se siamo in assenza di  dati odierni, che lo riguardano gli ultimi sviluppi  ancora non sono  pervenuti alle varie agenzie stampa. Il Brasile di Bolsonaro si conferma il paese più colpito con ben 155.939 contagiati e 10.627 morti, seguito dal Perù 67.307 i malati e 1.889 i morti. Le cose non vanno certamente meglio né in Ecuador né in Messico rispettivamente 29.559  e 33.460 gli infetti, mentre i deceduti sono saliti a 2.127 e 3.553 . Il Cile 28.866 malati e 321 i morti. La Colombia ( 10.495 e 445) . La Repubblica Domenicana ( 10.347 e 388) . Panama (8.882 e 237) e infine l’Argentina (5.776 e 300).

Covid 19, il parere dei virologi

Ma ci sono buone notizie. La pandemia che ha colpito il mondo potrebbe presto trasformarsi in un semplice raffreddore. Lo hanno affermato eminenti Virologi. Marco Ciccozzi,  scienziato  dell’ Università del campus Bio- medico di Roma ha affermato:” Stiamo osservando, che il virus perde potenza. Evolve ma perde contagiosità e probabilmente diviene meno letale”. Dello stesso parere è Matteo Bassetti, direttore del reparto di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova: ” A marzo questo virus era uno Tsunami, ora è diventato un’ondina. Ha colpito i soggetti più fragili, facendo una selezione naturale e forse si è depotenziato”. Quindi una speranza è giunta anche dalla natura?..Speriamo…

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24