La situazione contagi da Covid-19 in Europa

La situazione contagi da Covid-19 in Europa. Gli aggiornamenti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La situazione dei contagi da Covid-19 in tutta Europa non è confortante. I numeri stanno aumentando giorno dopo giorno e in vari paesi si teme il ritorno ad un nuovo lockdown. Partendo dall’Italia, oggi si sono registrati 5724 nuovi casi di positività al Covid-19 al numero di 133 mila tamponi effettuati. Allo stato attuale però il premier Conte scongiura un nuovo lockdown, ma non esclude nuove misure restrittive a partire dal prossimo 15 ottobre. In Italia era già da diversi mesi che non si registravano numeri così alti a livello dei contagi da Covid-19.

Situazione molto più critica invece in Francia. Nelle ultime ore infatti, qui si sono registrati 26.896 i nuovi casi. Si è registrato anche un innalzamento dei numeri dei decessi arrivato a quota 54. Spaventa anche la situazione dei Paesi Bassi che ha registrato 6.504 casi in sole 24 ore. Si tratta della prima volta che il paese supera la soglia dei 6mila contagi.

La situazione contagi da Covid-19 in Europa: il caso del Regno Unito e della Germania

Non sono immuni dall’impennata dei contagi anche la Germania e il Regno Unito. Nel primo caso, il paese ha registrato 4.721 casi di positività e 15 ulteriori decessi. Desta timore anche il caso del Regno Unito. Anche qui, nelle ultime 24 ore si sono registrati 15.166 nuovi contagiati in un solo giorno.

Infine, volgendo lo sguardo ad Oriente, desta preoccupazione il caso della Romania. Nelle ultime 24 ore conta di 3.517 nuovi contagi da coronavirus e ben 59 decessi. Nei Balcani, la Romani risulta essere lo Stato più colpito dalla pandemia ancora in atto. Cosa accadrà, se le misure restrittive continuano a non funzionare? L’umanità riuscirà a rispettare le regole per limitare il contagio e scampare un nuovo lockdown che andrebbe a sferrare un possibile colpo del ko per l’economia mondiale?

Per scoprirlo, lo scorrere del tempo, fornirà presto una risposta attendibile al riguardo.

Fonte foto: https://www.scienzainrete.it/

Autore dell'articolo: Chiarella Serra