app per tifare da casa

L’app per tifare da casa migliora l’atmosfera

 

Quando la lega di calcio giapponese riprenderà finalmente tra qualche settimana con le partite, queste ultime saranno svolte, logicamente, a porte chiuse. Per migliorare un po’ l’atmosfera del match è stata inventata l’app per tifare da casa, scaricabile per smartphone. Grazie ad essa gli stadi non saranno silenziosi ad ogni azione.

Il sistema Remote Cheerer è stato sviluppato dalla società giapponese Yamaha. Esso consente ai fan che seguono l’incontro in TV, alla radio o online di incoraggiare – o rimproverare – i giocatori tramite i loro smartphone. Le loro voci che si diffonderanno nello stadio in tempo reale tramite gli altoparlanti.

I test effettuati con l’app

In un recente test sul campo, gli utenti di più postazioni da casa hanno scelto tra una varietà di opzioni su schermo la possibilità di inviare applausi, canti e fischi allo Shizuoka Stadium Ecopa. Nello stadio, che di solito ospita 50.000 persone, i tecnici hanno installato 58 altoparlanti tra i posti vuoti.

L’app non consente ancora ai fan di mettere in discussione le decisioni dell’arbitro o le abitudini alimentari dei giocatori che hanno faticato a restare in forma durante la pausa forzata di questi mesi. “Gli utenti hanno avuto la sensazione di essere presenti sul posto“, ha dichiarato Yamaha in una nota, aggiungendo che il sistema “ha dimostrato la capacità di creare un’atmosfera da spettatore simile a quella di una partita reale”.

Yamaha ha dichiarato che migliorerà l’app, sviluppata con l’aiuto dei club Jubilo Iwata e Shimizu S-Pulse della J-League, in modo che possa essere adattata per l’uso in una serie di sport e altri eventi tenuti a porte chiuse o con un numero limitato di spettatori.

L’app per tifare da casa: l’importanza dei tifosi

I tifosi sono un elemento essenziale dell’atmosfera della partita“, ha dichiarato Jumpei Takaki della divisione vendite di S-Pulse. “Come ex calciatore professionista, so quanto sia incoraggiante il loro supporto per i giocatori sul campo“. Il Giappone si sta comportando in modo sicuro quando si rivolge alla tecnologia per generare atmosfera. Quando il campionato di calcio professionistico sudcoreano ha aperto all’inizio di questo mese, gli organizzatori hanno cercato di creare una parvenza di atmosfera convogliando musica nello stadio vuoto. Ma una settimana dopo, il tentativo dell’FC Seoul di aggiungere un tocco di realismo riempiendo alcuni dei suoi posti nello stadio è fallito. Infatti, gli spettatori hanno notato che i “fan” erano, in realtà, bambole gonfiabili. Il club in seguito ha chiesto scusa ed è stato punito con una multa record da parte dell’organizzazione.

Lo sport professionistico in Giappone è pronto a iniziare nelle prossime settimane dopo che sono stati registrati dei cali notevoli dei nuovi positivi al Coronavirus. Si prevede che la J-League riprenderà le partite a fine giugno o inizio luglio in attesa di un accordo da parte delle sue 58 squadre. La massima serie della lega aveva iniziato il 21 febbraio, con la seconda divisione che seguì due giorni dopo, prima che tutte le partite fossero sospese a causa dello scoppio del Covid-19. Le squadre del terzo livello della lega avrebbero dovuto iniziare a giocare il 7 marzo.

Via 

Fonte immagine di copertina: Repubblica

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com