L'origine del Coronavirus

L’origine del Coronavirus: arrivano nuove conferme

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’origine del Coronavirus continua ad essere una delle domande a cui nessuno riesce a rispondere con chiarezza. Ovviamente, gli studi in merito stanno proseguendo senza sosta e, sembrerebbe, che siano arrivate nuove risposte. Per scoprire la causa effettiva che ha scatenato la nuova epidemia da Coronavirus ci vorrà sicuramente del tempo. Nonostante ciò, il cerchio comincia a stringersi in modo evidente.

Fortunatamente, tre ricercatrici italiane che operano all’ospedale Spallanzani di Roma, sono riuscite ad isolare il Coronavirus. Di conseguenza, anche in altre parti del mondo gli esperti si stanno muovendo in questa direzione. Infatti, sono stati già rilevati 7 diverse varianti del virus comparso per la prima volta nel mercato di Wuhan. Ebbene, alcune delle caratteristiche che sono comparse nel virus, hanno fatto nascere una ipotesi. Sembrerebbe che ci sia un “progenitore comune” dalle quali derivano le 7 varianti.

Dunque, tornando sulle origini del Coronavirus, pare sia stato reso noto quello che può essere definito un albero genealogico del virus. Questo è basato su tutte le sequenze che sono state pubblicate sino ad ore. Dunque sono 51. In questo caso, l’isolamento del Coronavirus ha un ruolo fondamentale. Infatti, sono così, è stato possibile trovare le somiglianze del virus nei vari paesi. Ebbene, sarebbero state proprio “sette mutazioni relative a un antenato comune” ad innescare la temuta epidemia. Molto probabilmente, il primo contagio nell’uomo è avvenuta tra novembre e dicembre dell’anno scorso.

L’origine del Coronavirus: i ricercatori cinesi tornato al mercato di Wuhan

Però, da dove ebbe origine tutto? Alla domanda cercano di rispondere i ricercatori cinesi. Infatti pare siano tornati a Wuhan, al mercato di animali. Come ormai tutti sapranno, è proprio da quel luogo che inizio il contagio. Il team di ricercatori cinesi ha analizzato 585 tessuti provenienti proprio dagli animali di quel mercato. Di questi 33 hanno avuto un riscontro positivo. Dunque, erano affetti da Coronavirus. Dunque, i dubbi sono pochi. La causa dell’epidemia è da ricondurre ad un animale. Non è chiaro quale animale sia stato. Alcuni ipotizzano ancora che tutto sia stato causato dai pipistrelli. Altri dai serpenti. Ma nulla è ancora chiaro.

Fonte foto articolo: pixabay

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,