Massacrata a colpi di ascia

Massacrata a colpi di ascia, è accaduto ad una donna italiana

 

Massacrata a colpi di ascia. Questo è l’efferato episodio accaduto ad una donna italiana in Sudamerica. L’assassinio si è consumato esattamente in Perù. La donna, una volontaria di 50 anni, è stata aggredita a colpi d’ascia, e nonostante la corsa in ospedale è morta dopo diverse ore. Vediamo insieme nel dettaglio come si sono sviluppati i fatti. Una missionaria laica italiana, Nadia De Munari, 50 anni, originaria di Schio (Vicenza), è stata uccisa in Perù a colpi di ascia, probabilmente, secondo gli inquirenti, in seguito ad un tentativo di rapina. Nadia, secondo la ricostruzione dei fatti, sarebbe stata assassinata mentre dormiva.

Massacrata a colpi di ascia, muore volontaria italiana in Perù

La donna dopo il fatto, sarebbe stata portata subito in ospedale, dove è stata sottoposta ad intervento chirurgico, che purtroppo si è rivelato vano. Niente da fare, Nadia De Munari è deceduta subito dopo. La donna si trovava in Perù come volontaria nell’operazione umanitaria denominata Mato Grosso. Chi la aveva conosciuta, la descrive come una donna che si donava completamente al prossimo. Era la responsabile del centro “Mamma Mia”, realizzato dai frati e dislocato a Nuevo Chimbote. Un centro che si occupa di distribuire cibo alle famiglie bisognose della zona, un punto di riferimento importante per tutti gli abitanti della zona.

Le indagini

Gli agenti della squadra omicidi si sono recati a Chimbote per cercare di comprendere e ricostruire la dinamica dell’accaduto. Pare che siano stati rubati alcuni telefoni cellulari, e che la donna sia stata aggredita mentre dormiva. Ferite profonde che si sono rivelate letali. I parenti la ricordano come una donna che ha speso la sua esistenza per aiutare il prossimo, definendola un vero raggio di sole per tutti.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24