Massimo Bossetti: l’asso nella manica della difesa

Processo d’appello per Massimo Bossetti: la difesa punta sul drone

Massimo Bossetti, condannato in primo grado all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio, al processo d’appello confida nella giustizia. Bossetti si è sempre dichiarato innocente. Allora come si spiega che il suo dna è finito sugli indumenti della vittima? Questa, che è considerata la “prova regina”, verrà smontata dalla difesa. Inoltre, sembra che il pool difensivo abbia un altro asso nella manica. Si tratta di alcune fotografie scattate grazie ad un drone. Stando alle indiscrezioni, le foto mostrerebbero che un mese prima nel campo di Chignolo non c’era il corpo della piccola Yara. Dunque potrebbe esservi stato portato da qualcuno successivamente al compimento del delitto? Se così fosse, sarebbe tutto ancora da valutare, alla luce delle nuove risultanze. L’avvocato Claudio Salvagni, in udienza, ribadirà la necessità di una perizia sul dna. Insomma, riuscirà il collegio difensivo a ribaltare la sentenza di primo grado?

Un calendario di udienze e poi la sentenza d’appello per Massimo Bossetti

La Corte ha stilato un elenco dei giorni in cui si terranno le udienze che avranno come imputato Massimo Bossetti. Sono previste il 6, il 10 ed il 14 luglio. Non saranno presenti in aula i genitori di Yara che verranno rappresentati dai loro legali. Al contrario Bossetti ci sarà. Le riprese audiovisive, invece, non sono state autorizzate poichè si è ritenuto assente un interesse sociale particolarmente rilevante. La difesa di Bossetti, inoltre, ha sempre sostenuto gli effetti deleteri di una forte pressione mediatica sul  caso. In diversi salotti televisivi, infatti, si è parlato dell’omicidio e del suo presunto autore. Non resta che attendere gli ulteriori sviluppi di una vicenda che ha molto appassionato l’opinione pubblica. Diversi potrebbero essere i colpi di scena in appello. La famiglia di Yara Gambirasio attende giustizia, indipendetemente da chi possa essere riconosciuto come colpevole.

VIA

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Roberta Amorino