Multa a Google Trump contro l'Unione Europea

Multa a Google: Trump contro l’Unione Europea

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Multa a Google: Presidente degli Stati Uniti si scaglia contro la decisione della Commissione Europea

Multa a Google scatena l’ira del Presidente degli Stati Uniti; Donald Trump si scaglia contro la decisione dell’UE.

Ricordiamo che Google è stata sanzionata per avere costretto i produttori di smartphone e gli operatori di telefonia mobile ad installare software propri.

In particolare è stata contestata a Google:

  • la pre-installazione imposta del software di Ricerca;
  • la pre-installazione imposta del browser Chrome;
  • l’installazione di Android come software aperto ma non utilizzabile come fork Android;

Considerando gli anni nei quali Google si è avvantaggiata ed il relativo beneficio finanziario, la Commissione Europea ha erogato una sanzione di circa 4,34 miliardi.

I bilanci pubblicati da Google mostrano una società dai conti solidi e naturalmente capace di far fronte alla sanzione.

multa a google bilancio 2017
multa a google bilanci 2016 e 2017 della società

Dai vertici di Google si difende l’operato della società dipingendo un futuro tutt’altro che roseo soprattutto per i programmatori.

Maggiori dettagli sull’operazione sono stati evidenziati nell’articolo dedicato alla multa record.

Donald Trump dal proprio profilo Twitter, rivolgendosi ai propri lettori, mostra tutta la sua ira minacciando l’Europa:

“Ve l’avevo detto! L’Unione europea ha appena schiaffeggiato con una multa di 5 miliardi dollari una delle nostre grandi aziende, Google. Hanno veramente approfittato degli Stati Uniti, ma non durerà a lungo!”

Multa a Google: Trump contro l'Unione Europea
Multa a Google: Trump contro l’Unione Europea

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".