Netflix annuncia Lost Ollie

Netflix annuncia Lost Ollie, serie con protagonista un giocattolo smarrito

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il colosso dello streaming è pronto per realizzare una nuova serie animata, dedicata a tutta la famiglia, che vede come protagonista un giocattolo smarrito alla ricerca di una casa. Dunque, Netflix annuncia Lost Ollie la nuova mini-serie ispirata al libro intitolato L’odissea di Ollie.

Netflix annuncia Lost Ollie, la nuova mini-serie per tutta la famiglia

La piattaforma streaming di Netflix continua a produrre contenuti da proporre ai suoi abbonati. Infatti, nelle ore scorse ha annunciato che presto verrà realizzata una serie animata intitolata Lost Ollie. Lo show, si baserà sul libro scritto da William Joyce, il quale ha anche realizzato le illustrazioni. Il progetto, è stato realizzato con la collaborazione di Brandon Oldenburg. Dunque, nella corso della giornata di ieri, Teddy Biaselli, nonché direttore, YA / Family Series del colosso dello streaming ha annunciato il nuovo progetto. Ecco le sue parole:

“È stato uno dei primi progetti che ho acquistato quando sono arrivato su Netflix perché ho visto in esso la storia universale di perdita a cui tutti noi, non importa quanti anni, potremmo riferirci. Lost Ollie è davvero un’odissea su due amici che cercano di riunirsi di fronte a tutti i pericoli che l’infanzia può gettare loro. Amo questo spettacolo perché attinge a quel pozzo di emozione che tutti proviamo quando perdiamo qualcosa o qualcuno importante per noi, e il coraggio che dobbiamo trovare in noi stessi per riaverlo o per andare avanti “.

Aggiungendo subito dopo:

“Questa è la premessa di Lost Ollie. La storia di un giocattolo smarrito che cerca attraverso la campagna il ragazzo che lo ha perso. E la storia del ragazzo che ha perso più di un migliore amico. Questa nuova serie live-action per famiglie ha è in lavorazione da quattro anni. È stato uno dei primi progetti che ho comprato quando sono arrivato su Netflix perché ho visto in esso la storia universale della perdita a cui tutti noi, non importa quanti anni, potevamo relazionarci “.

Fonte foto: cartonionline.com

Leggi anche Netflix cancella GLOW: la nuova stagione della serie TV non ci sarà

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,