niente note alle elementari

Niente note alle elementari, si cambia!

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Niente note alle elementari, si cambia. Nuovo emendamento del Ddl che introduce un cambiamento nella scuola dei piccoli

Prima era sinonimo di cattivo comportamento in classe, da oggi invece non si mettono più: niente note alle elementari e niente espulsioni.

Una novità introdotta dunque da un emendamento al Ddl che introduce l’Educazione civica nelle scuole, approvato dalla Camera.

Emendamento che, a sua volta, abroga gli articoli dal 412 al 414 del Regio Decreto 26 aprile 1928.

Nel Regio Decreto si legge infatti:

Verso gli alunni che manchino ai loro doveri si possono usare, secondo la gravità delle mancanze, i seguenti mezzi disciplinari:

  • ammonizione: censura notata sul registro con comunicazione scritta ai genitori, che la debbono restituire vistata;
  • Sospensione dalla scuola, da uno a dieci giorni di lezione;
  • esclusione dagli scrutini o dagli esami della prima sessione;
  • espulsione dalla scuola con la perdita dell’anno scolastico.

L’abolizione di tali disposizioni “è un segno di civiltà” dice il presidente della Commissione Cultura e Scuola della Camera, Luigi Gallo.

Il quale continua: “Stiamo parlando di bambini: il rapporto educativo in questa fascia di età deve fondarsi sulla fiducia e sulla collaborazione”.

Con l’approvazione dell’emendamento quindi, niente note alle elementari ma si è decisa la reintroduzione dell’Educazione civica

La Camera infatti ha dato l’ok alla proposta di legge la quale rende obbligatoria l’Educazione civica come materia scolastica.

Un provvedimento che ha visto, nel dettaglio: 451 voti a favore, nessuno contrario e 3 astenuti.

Il premier Salvini, come riporta l’Ansa, dal canto suo ha dichiarato:

Festeggio l’approvazione del ritorno dell’educazione civica in classe.

Vita concreta contro inutili polemiche. Il prossimo passo sarà, fra due settimane, il sì alla legge per le telecamere obbligatorie in asili e case di riposo.

Ora la legge continua il suo percorso in Senato.

Precisiamo infine cosa s’intende per Educazione civica

L’educazione civica è lo studio delle forme di governo di una cittadinanza, con particolare attenzione al ruolo dei cittadini, alla gestione e al modo di operare dello Stato.

Articoli simili: Uso eccessivo dello smartphone a scuola

Foto di NeiFo da Pixabay

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.