A scuola nelle fattorie

A scuola nelle fattorie: 3mila aule a disposizione

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.comSegnala a Zazoom - Blog Directory
 

A scuola nelle fattorie: 3mila aule a disposizione. Rispettare le norme anti contagio, continuare a fare lezione e vivere in mezzo alla natura

Andare a scuola nelle fattorie dunque, è quanto ha affermato la responsabile di Coldiretti Donne Impresa Floriana Fanizza.

Il tutto all’interno dell’evento promosso dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina per la presentazione sui canali social del Ministero degli interventi a contrasto delle povertà educative e contro la dispersione scolastica.

Il luogo ideale quindi a garantire sicurezza per l’attività didattica rispetto al rischio di trasmissione del virus.

“Non è un caso infatti – sottolinea la Coldiretti – che appena lo 0,3% delle 6.6781 denunce di contagio da Covid-19 al lavoro registrate dall’Inail in Italia riguardino l’agricoltura”.

Floriana Fanizza, dal canto suo, ha aggiunto:

Le fattorie didattiche sono aziende agricole autorizzate a fare formazione sul campo per le nuove generazioni puntando sull’educazione ambientale.

Attraverso cioè la conoscenza della campagna con i suoi ritmi, l’alternanza delle stagioni e la possibilità di produrre in modo sostenibile.

Un percorso di formazione che vede spesso coinvolti anche i 24mila agriturismi che da nord a sud della Penisola custodiscono tesori ambientali; culturali; nonché enogastronomici delle proprie aree di riferimento.

Le lezioni in mezzo al verde, anche i numeri sono in crescendo

Negli ultimi 20 anni infatti circa 10 milioni di bambini di cui il 70% nella fascia d’età compresa fra i 4 e gli 11 anni, e il 30% studenti più grandi medie e superiori hanno già frequentato le fattorie didattiche italiane; grazie alle iniziative Educazione alla Campagna Amica di Donne Impresa Coldiretti.

Una soluzione inoltre soprattutto nelle zone rurali più marginali dove la “scuola in campagna” può poi risolvere molti problemi organizzativi; ed essere altresì un utile affiancamento all’attività degli istituti scolastici del territorio, superando i limiti della Dad, la didattica a distanza.

Quasi una famiglia su 3 (32%) che vive in campagna non dispone, infatti, di una connessione a banda larga; con difficoltà quindi di accesso alle lezioni on line con i propri insegnanti, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Istat relativi al 2019.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.