Omicidio a Brunico, uomo ucciso a coltellate

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Omicidio a Brunico, uomo ucciso a coltellate. Un efferato delitto si è consumato nella notte a Brunico, un paese in provincia di Bolzano. Un cittadino di origine polacca di 21 anni, Oskar Kozwlosky ha ucciso un uomo all’interno di un appartamento situato nel centro storico nel territorio  dell’Alto Adige. La vittima è un uomo di 30 anni di nome Maximum Zanella, residente da tempo a Brunico ma nato in Russia. Entrambi erano noti agli inquirenti come consumatori abituali di stupefacenti. L’omicida rimasto ferito durante la colluttazione è dovuto ricorre alle cure mediche in ospedale. All’interno del nosocomio, il presunta omicida ha raccontato della lite intercorsa tra i due . Nel racconto ha specificato di essersi sbarazzato dell’arma del delitto, un coltello e un  cellulare nel fiume Rienza.

Omicidio a Brunico, le indagini dei carabinieri

Sul terribile fatto di sangue indagano già i carabinieri della locale tenenza. Sul posto è già intervenuto il magistrato di turno. Non è ancora stata ritrovata l’arma del delitto. I militari dell’arma sono già a lavoro per recuperare gli oggetti smarriti nel fiume Rienza. Il livello del fiume è stato abbassato per agevolare le operazioni di ricerca. Il movente del delitto non è chiaro, ma alla base potrebbero esserci dei riti esoterici finiti male. Gli inquirenti hanno reperito oggetti e teschi di plastica riconducibili all’occultismo. I due giovani si conoscevano da tempo, sulla vicenda ancora poco chiara indagano tutt’ora le forze dell’ordine. L’assassino  è in stato di fermo, indiziato di delitto per omicidio volontario.

Appartamento sotto sequestro

I carabinieri di Brunico hanno posto sotto sequestro l’appartamento situato in centro storico, luogo del delitto. Sono in corso accertamenti finalizzati ad appurare il rapporto tra le due persone coinvolte. L’autopsia sulla vittima è già predisposta per i prossimi giorni. Gli inquirenti sono anche a lavoro per ricostruire l’esatta dinamica del reato.

Foto fonte in evidenza

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24