Correlazione Astra Zeneca trombosi

Oms, correlazione tra Vaccino Astrazeneca e trombosi, un evento collaterale raro

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Correlazione Astra Zeneca trombosi, un evento non confermato. Gli esperti dell’OMS hanno voluto rilasciare la seguente dichiarazione in merito al legame tra questi due eventi.

In particolare le loro parole sono state chiare, ma allo stesso tempo non hanno tolto il rischio. La dicitura “plausibile ma non confermato”, ha un significato un po’ ambiguo. Occorrono degli studi scientifici per poter avere la certezza di una correlazione tra i due casi.

Correlazione Astra Zeneca trombosi, comitato per la sicurezza dell’Ema afferma come i benefici superano i rischi

Secondo l’Ema un nesso di causalità tra il vaccino Astra Zeneca e la trombosi è possibile, Ma il numero di casi che hanno riguardato questo legame sono superiori alle aspettative nei soggetti che hanno meno di 60 anni.

Per coloro che hanno più di 60 anni il tasso d’incidenza è molto più basso, al di sotto delle aspettative. Il governo un mese fa ha dato l’ok a somministrazione del vaccino agli Over 65.

In questa maniera Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, ha voluto spiegare la differenza dei casi e garantire un margine di sicurezza nella somministrazione.

Inoltre, il direttore dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) Magrini, ha inoltre aggiunto che nel caso della due dosi di AstraZeneca su 600mila trattamenti nessuno ha mostrato eventi trombotici.

Locatelli, proseguendo nella Conferenza stampa promossa dal CTS (Comitato Tecnico Scientifico), ha affermato quanto segue:

«Anche se va detto che non ci sono fattori di rischio identificati. La maggior parte di questi eventi si è avuto dopo i primi 14 giorni di somministrazione e la si è osservata solo dopo la prima somministrazione. Tuttavia, il numero di seconde dosi somministrate è troppo limitato per trarre conclusioni. Alla luce di queste considerazioni, si è aperta una riflessione su raccomandazioni di uso preferenziale per alcune fasce d’età».

Niente trombosi verificatesi dopo la seconda dose, anche se i casi su cui si fa riferimento sono troppo bassi per poter avere una stima corretta.

Fonte foto: immagine tratta da Pixabay

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24