Palermo Donna gravida uccisa a coltellate

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

I magistrati di Palermo hanno già disposto un’autopsia sulla donna uccisa a coltellate a Partinico. Il cadavere di Ana Maria Di Piazza, la giovane romena uccisa dal suo amante è stata analizzata dai medici. La donna  uccisa da Antonino Borgia di 51 anni, aspettava anche  un bambino. Secondo i primi rilevamenti la gestante sarebbe stata uccisa a colpi di coltello e poi finita bastonate.  E’  prevista già la convalida del fermo per il presunto omicida. L’uomo ha  confessato il delitto. Un atto dovuto nei confronti dell’imprenditore assassino, che aveva alle spalle anche un matrimonio e un figlio. A Giardinello, paese nel quale viveva la vittima, la cittadinanza si è stretta intorno al figlio 11 enne, della donna rimasto orfano.

Donna uccisa a coltellate, il movente dell’omicidio

A quanto pare la giovane straniera aveva intrapreso da tempo una relazione extraconiugale con l’imprenditore Antonino Borgia. Il tutto era avvenuto all’insaputa della moglie di lui. Poi, la donna si era accorta di aspettare un bambino e lo aveva rivelato al padre. Per mantenere il suo silenzio aveva chiesto la bellezza di 3000 mila euro. L’uomo aveva acconsentito, ma poi i due che avevano deciso di incontrarsi ancora una volta, avevano cominciato a litigare. Preso da un raptus di follia Antonino Borgia ha afferrato un grosso coltello e ha pugnalato la vittima in pancia. E mentre Ana Maria ha tentato di scappare lui l’ha raggiunta e l’ha colpita a morte con diverse bastonate. Poi ha avvolto il cadavere in un lenzuolo e l’ha abbandonato nelle campagne fra Balestrate e Giardinello. Infine, dopo il macabro avvenimento ha continuato la sua vita come se nulla fosse.

Le parole del sindaco di Giardinello in merito alla vicenda

Il brutale fatto di cronaca nera ha suscitato sgomento e stupore nell’opinione pubblica. Anche il sindaco di Girdinello, Antonino De Luca ha voluto spendere due parole al riguardo: ” Sosterremo questa famiglia con ogni strumento possibile” – Ha dichiarato. ” Stiamo valutando di costituirci parte civile nel processo ” – Ha aggiunto l’uomo politico. ” Il giorno dei funerali proclamerò il lutto cittadino e il 29 ci sarà un consiglio comunale proprio in merito alla questione”- Ha infine ribadito il sindaco del paesino siciliano.

Fonte Foto Pixabay

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24