Parigi-Roubaix

Parigi-Roubaix, il programma e come seguirla

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La Classica Parigi-Roubaix andrà in scena il prossimo 12 aprile. Si tratta della Classica per eccellenza, giunta all’edizione numero 118. La corsa è organizzata da Aso. I vincitori delle due ultime edizioni invece sono rispettivamente Peter Sagan e Philippe Gilbert. La corsa si snoderà lungo un percorso di 259 km, con partenza prevista da Compiegne ed arrivo al velodromo di Roubaix. I km in pavé sono 55, divisi in ben trenta settori. Da segnalare una novità nel settore 25, quello di  Hameau du Buat, dove per la prima volta i corridori dovranno affrontare una breve salita. Punto decisivo invece della corsa sarà il Carrefour de l’Arbre, che più volte ha fatto selezione tra i  corridori che andranno poi a contendersi la vittoria finale.

Ci sarà la possibilità per i telespettatori di seguire l’evento in diretta tv? Scopriamolo insieme proseguendo la lettura nel paragrafo successivo.

 

 

Parigi-Roubaix, ecco come seguirla

Per tutti gli appassionati di ciclismo ci sarà la possibilità di seguire l’evento in diretta tv. La corsa sarà infatti trasmessa in chiaro su Raisport e su Eurosport a partire dalle ore 11.30. Ricordiamo che in quest’ultimo caso si tratta di un servizio offerto in abbonamento e a pagamento. Non resta quindi che attendere il mese di aprile per seguire tutte le emozioni della Parigi-Roubaix. Sarà della corsa Philippe Gilbert. Il corridore belga durante una conferenza stampa fatta alla vigilia della Omloop Het Nieuwsblad, ha così sottolineato: “Sì, nel mio programma c’è la partecipazione Roubaix”. Riuscirò il corridore a bissare la vittoria ottenuta nella precedente edizione? Sicuramente, i presupposti per una sua vittoria ci sono tutti. Il corridore inoltre, ha come grande obiettivo stagionale anche la Milano-Sanremo. Ma la disputa di questa corsa è ancora incerta, data la situazione determinata dal Coronavirus nella penisola italiana. Non resta che attendere per capire come si evolverà la situazione dell’emergenza sanitaria.

 

Fonte foto: http://mondiali.net

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu