Procreazione medicalmente assistita relazione luglio

Procreazione medicalmente assistita: relazione luglio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Procreazione medicalmente assistita: relazione luglio al Parlamento

Roma, lì 07 luglio 2019 – Al Parlamento di parla della procreazione medicalmente assistita: relazione di luglio.

 


La fecondazione senza donazione di gameti non subisce sostanziali variazioni rispetto ai dati emersi nell’anno precedente; invece si nota una crescita dei trattamenti con donazione di gameti (fecondazione eterologa). Così i dati rilevati dal quadro sulla procreazione medicalmente assistita.


[adrotate banner=”37″]

Più cicli di procreazione medicalmente assistita
nei centri pubblici e privati accreditati

I dati confermano l’andamento crescente dei trattamenti di fecondazione assistita che avvengono nei centri pubblici piuttosto che in quelli privati convenzionati; infatti, sebbene i centri PMA privati siano più numerosi rispetto quelli pubblici (106 contro 67), nel privato si effettuano meno cicli di trattamento:

  • il 35,3% dei centri è pubblico ed effettua il 37,4% dei cicli;
  • poi l’8,9% è privato convenzionato ed effettua il 29,5% dei cicli;
  • infine il 55,8% è privato ed effettua il 33,1% dei cicli.

13.973 bambini nati da Procreazione Medicalmente Assistita

Considerando le tecniche di P.M.A.:

  • I livello (inseminazione);
  • ed anche II e III livello (fecondazione in vitro) con o senza donazione di gameti;

nel periodo 2016 – 2017:

  • aumentano le coppie trattate (da 77.522 a 78.366);
  • nonché i cicli effettuati (da 97.656 a 97.888);
  • ed anche i bambini nati vivi (da 13.582 a 13.973).

L’aumento è da attribuirsi ai cicli effettuati con tecniche di crioconservazione e dei cicli effettuati con donazione di gameti.

Infatti, senza donazioni di gameti i dati non riportano sostanziali variazioni sia delle coppie, che dei cicli iniziati e dei nati per tutte le tecniche; mentre per le tecniche con donazione di gameti si registra:

  • un aumento delle coppie (da 5.450 a 6.429, +18,0%);
  • anche un aumentano dei cicli (da 6.247 a 7.514, +20,3%);
  • ed inoltre aumentano i nati (da 1.457 a 1.737, +19,2%).

Procreazione Medicalmente Assistita con donazione di gameti

I cicli con donazione di gameti sono 7.514 cicli:

  • 1.582 con donazione di seme, pari al 21,1%;
  • poi 3.149 con donazione di ovociti (freschi e congelati), pari al 41,9%;
  • inoltre 2.783 con embrioni, precedentemente formati da gameti donati e crioconservati, pari al 37,0%.

Procreazione Medicalmente Assistita: gravidanze gemellari ed età delle pazienti

Registrano un calo le gravidanze gemellari e anche trigemine, con queste ultime allineate con la media europea. Rimane costante la percentuale di esiti negativi sulle gravidanze monitorate, per la fecondazione in vitro sia da fresco che da scongelamento.

Rispetto all’anno 2016:

  • aumentano le donne con meno di 35 anni;
  • nonché le donne di età compresa tra i 35 ed i 39 anni;
  • mentre sono in calo la quota delle donne con età maggiore o uguale a 40 anni.

Infatti, l’età media delle donne che si sottopongono a tecniche senza donazione di gameti a fresco è pari a 36,7 anni.

Per quanto riguarda la fecondazione con donazione di gameti l’età della donna cresce con la donazione di ovociti cioè 42,4 anni; mentre è minore con la donazione di seme, cioè 35,6.

Altre notizie di medicina nella pagina del sito.

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".