Molti Pub chiusi in Inghilterra per Covid-19

Pub chiusi in Inghilterra per Covid-19

 

Almeno tre pub in Inghilterra che hanno riaperto le porte per la prima volta sabato sono stati costretti a chiudere nuovamente dopo che i clienti o il personale sono risultati positivi al Covid-19. The Lighthouse Kitchen and Carvery a Burnham-on-Sea, nel Somerset, ha affermato che un cliente è risultato positivo e si sta creando un elenco di persone che erano presenti nei locali sabato. Il rischio è che molti pub chiusi in Inghilterra potrebbero comportare altri notevoli danni economici.

In una dichiarazione pubblicata su Facebook, si legge: “Questo non è il messaggio che volevamo scrivere così presto, ma il Lighthouse sarà chiuso a causa di un test positivo del cliente. Stiamo lentamente esaminando la nostra lista di clienti che hanno frequentato il pub sabato. Effettueremo i test sui nostri dipendenti e riapriremo quando sarà il momento di farlo“. Sempre a Burnham, l’asporto indiano Saagar ha detto che avrebbe chiuso fino a venerdì. La chiusura consentirà una profonda pulizia per limitare al massimo il contagio.

Leanne Underhill, la proprietaria di Vape Escape, ha dichiarato tutti i test effettuati allo staff risultano negativi. I clienti, invece, dovranno essere contattati secondo le modalità imposte dal governo. Il consiglio della contea di Somerset afferma di non trattare i casi come un “focolaio”. Ha chiesto, inoltre, alle persone di attenersi alle linee guida sul distanziamento sociale e di lavarsi regolarmente le mani.

Molti pub chiusi in Inghilterra: cosa sta succedendo?

La Fox and Hounds a Batley, nel West Yorkshire, ha dichiarato la chiusura fino a nuovo avviso. L’avviso arriva direttamente da un cliente che ha telefonato lunedì per dire di essere positivo al Coronavirus. I test li hanno effettuati anche su tutto lo staff, e i risultati arriveranno entro 48 ore. In una dichiarazione, ha aggiunto: “Il pub sarà completamente pulito e quando sarà sicuro, riapriremo le nostre porte. Comprendiamo appieno che questo è un momento spaventoso. Vogliamo garantire che la sicurezza dei nostri clienti rappresenti la nostra priorità in questi tempi difficili.

Il pub Village Home di Alverstoke vicino a Gosport, nell’Hampshire, ha affermato di aver avuto un caso di coronavirus. Alcuni dipendenti sono stati posti in isolamento. Tutti e tre i pub avevano già pubblicato post sull’implementazione di nuove linee guida sulla distanza sociale in linea con i consigli del governo. Per regolamento, i pub possono offrire solo il servizio al tavolo e i clienti devono fornire le informazioni di contatto al momento della prenotazione.

Gli enti britannici hanno pubblicato delle linee guida per bar e ristoranti su come gestire la tracciabilità dei contatti. Di un intero gruppo di persone, bastano i contatti di una sola persona. I contatti vanno conservati per 21 giorni. I proprietari devono prendere nota degli orari di arrivo e del tempo di permanenza. I clienti possono rifiutare di fornire le informazioni di contatto, ma i proprietari possono scegliere di non servirle.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com