concorsi Pubblica Anministrazione

Pubblica Amministrazione: via al decreto per 1.890 assunzioni

La Pubblica Amministrazione assume. E’ stato infatti firmato dai ministri della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, e dell’Economia, Pier Carlo Padoan, il decreto che autorizza ad assumere e a bandire concorsi in varie amministrazioni, dall’Agenzia delle dogane al ministero dell’Interno, passando per l’Inail. In tutto saranno 1890 posti. Inoltre, ci saranno nel breve periodo novità anche per quel che riguarda i quadri dirigenziali.

Pubblica Amministrazione: le novità

Da quest’anno e fino al 2020 la Pubblica Amministrazione metterà a disposizione circa 1890 posti. A ciò si aggiunge anche il via libera a risorse che potrebbero valere altre 450-500 assunzioni. Si tratta di un programma di “assunzioni ordinarie”da parte delle agenzie e amministrazioni coinvolte, che hanno ottenuto lo sblocco dei fondi accantonati negli scorsi anni da parte del Tesoro e del dicastero guidato da Madia.

La scorsa settimana erano invece stati sbloccati i fondi per le “assunzioni extra” previsti nella legge di Bilancio, da destinare ad assunzioni aggiuntive di personale a tempo indeterminato in alcune amministrazioni pubbliche. Le amministrazioni interessate sono Avvocatura, Esteri, Interno, Salute, Inps, Ispettorato del lavoro. I fondi a disposizione in questo caso saranno 5 milioni di euro per il 2018, 30 milioni per il 2019 e 50 milioni annui a decorrere dal 2020.

Questione dirigenziale

Stabilito il punto sulle assunzioni c’è un’altra questione da risolvere ed è quella che riguarda le trattative dei contratti  dirigenziali. Ricordiamo che questi sono bloccati da otto anni circa. Mercoledì si apriranno le trattative per i vertici delle amministrazioni statali (ministeri, agenzie fiscali, enti). L’Aran, l’Agenzia che guida i tavoli, ha infatti convocato i sindacati. In ballo ci sono  aumenti medi mensili di circa 250 euro per 6.700 dirigenti. Cambieranno anche le regole, dal legame tra valutazione e premi alla definizione delle responsabilità. Si tratta di una svolta importante, che certifica la volontà di porre fine alle molte polemiche che ci sono state in questi anni.

VAI

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Davide Luciani