Renzi auspica la riapertura del Parlamento

Renzi auspica la riapertura del Parlamento

 

FIRENZE – Matteo Renzi auspica la riapertura del Parlamento. Già da alcuni giorni il leader di Italia Viva se lo sta augurando. E ieri, in un post sulla sua pagina Facebook, ha affermato quanto segue:

“Tutti litigano sulla chiusura delle fabbriche: sindacati contro industriali, governo contro regioni. Ma la vera sfida dell’Italia è chiarirsi bene su come e quando riaprire. Nulla sarà più come prima: ci giochiamo tutto. Spero che il Parlamento possa almeno discuterne”.

Renzi auspica la riapertura del Parlamento

In precedenza, Renzi aveva fatto una polemica sul discorso tenuto dal premier Giuseppe Conte sabato sera in diretta Facebook:

“Ci aspettano ancora giorni difficili. Noi rispettiamo le regole del Governo sulla quarantena. Ma il Governo rispetti le regole della democrazia. Si riunisca il Parlamento. E si facciano conferenze stampa, non show su Facebook: questa è una pandemia, non il Grande Fratello. Insieme ce la faremo”.

Va ricordato che recentemente Matteo Renzi aveva elogiato gli italiani, sottolineando che “stanno dando al mondo una lezione di serietà”. Infine, l’ex premier si è espresso sul ritardo nell’arrivo delle mascherine:

“La mancanza di protezioni è concausa del contagio più inaccettabile, quello del personale sanitario: medici e infermieri. Italia Viva presenterà una interrogazione parlamentare e un question time per sapere cosa sta facendo da settimane la protezione civile proprio sull’acquisto delle mascherine. Come funziona la direzione acquisti, quanto personale sta lavorando su questo settore strategico, che strategie di prevenzione sono state attivate? Serve trasparenza, servono risposte. Gli italiani accettano ogni sacrificio con spirito straordinario. Ma le Istituzioni devono rispondere”.

E ancora, ribadendo che il Parlamento deve riaprire i battenti:

“La democrazia non è sospesa: vogliamo che il Parlamento si riunisca e discuta di questo tema che è fondamentale. Medici e infermieri senza protezione segnano la sconfitta dello Stato. In ogni caso noi chiediamo che il Parlamento faccia il proprio lavoro e sia messo in condizione di operare per controllare chi governa. Come mai questo ritardo nelle mascherine?”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24